il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Usciamo di casa

Usciamo di casa

(28 Settembre 2012) Enzo Apicella
Sciopero generale del Pubblico Impiego

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Lotte operaie nella crisi)

1° MAGGIO INTERNAZIONALISTA

Mentre alzano l'età pensionabile e aumentano la flessibilità sui posti di lavoro, i nostri salari sono sempre più bassi e i ritmi di lavoro sempre più alti.

(28 Aprile 2012)

Primo maggio sinbase

Mentre alzano l'età pensionabile e aumentano la flessibilità sui posti di lavoro, i nostri salari sono sempre più bassi e i ritmi di lavoro sempre più alti

La “macchina” del governo dei tecnici macina una riforma dopo l’altra. Ogni giorno ci chiedono nuovi sacrifici, non ci rinnovano i contratti, ci licenziano, ci precarizzano, mentre campano sulle nostre spalle speculando nelle borse, ristrutturando e imponendoci sempre più severe e soffocanti condizioni nei posti di lavoro.

Questa politica ha da sempre incontrato l’appoggio dei partiti e la compiacenza dei sindacati concertativi, interessati solo a trovare un posto al tavolo della trattativa

Le battaglie mediatiche, la vuota difesa dei ‘diritti’, gli sciopericchi di poche ore sono solo serviti a dare una verniciatura di rosso a organizzazioni che sui posti di lavoro si schierano puntualmente con il padrone di turno, sacrificando gli interessi della classe lavoratrice sull’altare dell’economia nazionale o, molto più spesso, dei loro piccoli interessi di bottega.

opporsi all’attacco ai nostri salari, alle nostre condizioni di lavoro, alla nostra dignita’ si puo’!

Come dimostrano i lavoratori di cooperativa appaltati nei magazzini delle principali aziende di logistica della Lombardia e dell’Emilia che con le loro lotte e i loro scioperi, sono riusciti a imporre l’applicazione del contratto nazionale, aumenti salariali per centinaia di euro, buste paga regolari e l’allontanamento dai magazzini dei caporali più invisi ai lavoratori. Dalla TNT, alla GLS, dall’SDA alla Bartolini, per arrivare alla lotta davanti ai cancelli dell’Esselunga di Pioltello, sono centinaia i lavoratori che con le loro lotte e il loro sindacato (Si. Cobas) sono riusciti a contrapporre una forza organizzata al padrone.

la difesa degli interessi generali della classe lavoratrice passa anche attraverso la ricostruzione di una pratica sindacale che sia ricostruzione della coalizione operaia

Questo é il messaggio che vogliamo portare e trasmettere anche in occasione del 1° Maggio, una giornata che gli opportunisti di ogni risma hanno ridotto a un’innocua giornata di festa, dove i loro comizi - predica su presunti miraggi democratici o su presunti comunismi “scientifici” servono solo a coprire la loro inutilità. Una giornata, invece, sorta dalla lotta per la giornata di 8 ore, contro la guerra imperialista e la schiavitù del lavoro salariato, che dobbiamo rifare nostra riprendendo quelle stesse parole d’ordine tanto attuali nell’odierna fase aperta dalla crisi capitalistica mondiale. Proprio per questo invitiamo all’adesione ad un primo maggio di lotta, con la partecipazione alla

Giornata di mobilitazione A PIOLTELLO (mi)

CON I LAVORATORI DI COOPERATIVA IN LOTTA
PER UN VERO PRIMO MAGGIO DI OPPOSIZIONE!


PER ADESIONI E INFO 010 862 20 50 / 338 16 04 408
OPPURE PASSA IN SEDE IN VIA ALLA PORTA DEGLI ARCHI 3/1

Passa dalla tua parte, passa al Sin.Base

Sin.Base

5759