il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Si vis pacem...

Si vis pacem...

(13 Dicembre 2009) Enzo Apicella
Obama alla consegna del nobel: "Amo la pace ma devo fare la guerra" (!!!)

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

Noi critichiamo gli stati uniti d'america e l'unione europea

noi contestiamo le politiche e le guerre americane ed europee

(28 Giugno 2002)

La storia degli Stati Uniti d'America é disseminata di guerre, di complotti, di colpi di stato, di massacri e di torture.

Con questa politica omicida, l'imperialismo americano vuole l'asservimento dei paesi, dei popoli, delle organizzazioni e degli individui. Non vuole che nessuno alzi la voce quando loro calpestano i diritti che i poveri hanno conquistato a costo della loro vita. Spinge i popoli ad abbandonare la loro identità e la loro cultura per diventare americani.

E' per questo che hanno massacrato i popoli dell'Iraq e della Jugoslavia e che continuano a bombardare l'Afghanistan. In Corea, in Vietnam, in America Latina, in Africa, l'America ha sempre condotto delle guerre di aggressione ingiuste. Ha fatto colare il sangue di milioni di persone. E' implicata in tutti i massacri perpetrati dalla seconda guerra di spartizione imperialista. E' la fonte delle più grandi azioni terroriste, sempre sotto la copertura della difesa della libertà e della democrazia. Ora basta ! I popoli non vogliono la " libertà " e la " democrazia " americane. La storia degli Stati Uniti é oscura. E' segnata dalle pratiche occulte contro la " sovversione ". Ha creato la rete " Gladio " ; nei paesi della NATO. Ha formato delle organizzazioni di contro-guerriglia nei paesi neo-coloniali così dei torturatori e delle orde di assassini nella sua tristemente celebre " School of America ". L'imperialismo americano dichiara che nessuno può criticarlo e minaccia di dichiarare guerra a quelli che osano farlo.

L'imperialismo americano minaccia il mondo con lo slogan : " chi non é con me, é mio nemico. " Poi si stupisce che tutto il mondo la odia. Non vogliono capire perché uno degli slogan più gridati nel mondo é " abbasso l'imperialismo americano "... Tutto il mondo é testimone delle azioni dell'imperialismo americano in Afghanistan. Pertanto, il nove febbraio scorso, il direttore della CIA Georges Tenet ha sottoposto al Senato americano, una lista d'organizzazioni da eliminare in ragione della loro opposizione alla politica americana. Quindi, il DHKP-C (Partito e Fronte Rivoluzionario della Liberazione del Popolo)appariva in questa lista solamente perché ha criticato apertamente la guerra in Afghanistan.

In questa lista, ci sono anche le FARC (Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia) perché sono anti-americane e il FPLP (Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina) perché difendono il loro progetto palestinese... Senza contare che gli USA minacciano dei paesi come l'Iraq, la Libia, Il Venezuela e Cuba ma anche il movimento anti-globalizzazione.

Gli USA vogliono inoltre confiscare i diritti democratici sotto il pretesto della " lotta contro il terrorismo ". Evidentemente, l'imperialismo europeo non è più umano.

Infatti, il 2 maggio 2002, su ordine della CIA, il Comitato dei Rappresentanti Permanenti (COREPER) del consiglio dell'Unione Europea, ha deciso di allargare l'elenco delle organizzazioni cosiddette "terroristiche" e perseguire molte organizzazioni rivoluzionarie sul suolo europeo.

Noi organizzazioni firmatarie, dichiariamo che non approviamo né la politica americana né quella europea, che le critichiamo e che continueremo a farlo finché gli USA e l'Europa perseguiranno questa politica.

Noi, organizzazioni firmatarie, dichiariamo che non approviamo la politica americana, che noi la critichiamo e che noi continueremo finché l'imperialismo americano perseguirà la stessa politica.

Firmano questo appello:

Unione democratica arabo palestinesi in italia;
DHKC - Committee for International Relations, Turkey;
Nahj Democratique, Maroc;
PTB, Belgium;
EHK, Basque Country;
PCPC, Spain;
AFAPP, Spain;
DKP, Danemark MRC, Spain;
PFLP, Palestine ;
Union Patriotica, Colombia ;
Democratia Popular, Italy ;
Rete dei Comunisti, Italy;
PCPE, Spain ;
PADS, Algeria ;
IRSP, Ireland ;
ANA, Italy ;
INSoF, Nepal ;
Munazamat al Marksiye al Savri al Arab, Lebanon ;
Foreign Affairs of PDR-Indonesia, Indonesia ;
CPI (ML), India;
CMKP, Pakistan;
NDF, Philippines;
Codigo, Belgium;
LAI Congo, Belgium;
Communistes en Lutte, France;
International Network for Philippine Studies, Phillippines;
Comite la Burkinabés de Belgique, Belgium;
LAI, Belgium;
Hei Pasoep, Belgium;
NCPN, Netherlands;
Anti-Imperialist Revolutionary Forum, Nepal;
RCWP, Russia;
KPML(r), Sweden;
CMC, France;
MR8, Brasilia;
Workers' Russia, Russia;
Movimiento de Lucha Popular, Mexico;
MDDHL, Cameroun;
ROADH, Cameroun;
LALKAR, UK;
Ray O.Light Group, USA;
Coordination communiste pour la reconstruction du PCR, France;
PCE (r), Spain;
CODIP, Belgium;
Secours Rouge International (F, B, I, CH);
Alt'médias, France;
TAYAD Komite, Bielefeld, Germany;
Anadolu Kültür Merkezi, Rotterdam;
Netherlands;
Bibliotheek voor Vrije Volkeren Den Haag, Netherlands;
TAYAD Komite, Rotterdam, Netherlands;
IKM, Hamburg, Germany;
Information Buro's of DHKC (Amsterdam, Brussel, London, Athens);
Parti Communiste de France (maoïste),France;
Drapeaurouge, France;
Collectif Européen conre l`impunité, Chile;
ISF (nternational Solidarity forum),Austria;
APC (Arabic Palastine Club, Vienna),Palastina;
Altos de Chiapas, Mexico
Federation of pharmaceutical workers and allied trades of greece oekide (greek textile clothing leather workers federation) nap left youth league / youth of synaspismos

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Il polo imperialista europeo»

6510