il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Grazie Londra

Grazie Londra

(27 Marzo 2011) Enzo Apicella
Londra. In 500.000 contro il governo Cameron. Assaltati negozi, banche e anche Fortnum & Mason, l'esclusivo negozio di tè a Piccadilly

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Lotte operaie nella crisi)

Dai lavoratori fiat di pomigliano ai precari siciliani

(11 Maggio 2012)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.slaicobas.it

SE MONTI E MARCHIONNE SONO LE DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA PADRONALE E MULTINAZIONALE LA TENUTA DELLA LOTTA OPERAIA IN FIAT E QUELLA DEI PRECARI SICILIANI RAFFORZANO LA RESISTENZA DI TUTTI I LAVORATORI SIA PRIVATI CHE PUBBLICI ALLE PROSPETTATE POLITICHE DEI LICENZIAMENTI DI MASSA E DEVASTANTE PRECARIZZAZIONE LAVORATIVA E SOCIALE

La storia dell’Alfa di Arese (dopo aver avuto regalati gli impianti da Prodi - all’epoca presidente dell’IRI - la Fiat ha dismesso la produzione in funzione della speculazione immobiliare e finanziaria in previsione dell’EXPO 2015) e quella di Termini Imerese (2.200 licenziati ‘di fatto’ - tra loro ben 600 ‘esodati’ - con impianti fermi dallo scorso dicembre in base a sommarie e contraddittorie “motivazioni logistiche” oggi smentite dalla stessa pretesa Fiat di produrre una manciata di auto nei rimanenti stabilimenti Italiani per poi venderle addirittura in… America) anticipano quanto prospettato da Marchionne e Monti (suo collega per anni nell’esecutivo nazionale Fiat) per Pomigliano, Mirafiori, le fabbriche del gruppo Fiat e dell’indotto - col pesante taglio di servizi pubblici, assistenza e previdenza in atto e la liberalizzazione dei licenziamenti sulla falsariga dell’accordo interconfederale del 28 giugno 2011 - e la precarizzazione dell’insieme dei lavoratori in Italia.

La straordinaria riuscita dell’assemblea operaia nazionale all’Alfa di Arese dello scorso 20 aprile (che ha visto, tra gli altri, gli interventi di Orazio Calì e Salvo Scuderi dello Slai cobas Sicilia - la relazione, le conclusioni e tutti gli interventi, di fatto attualissimi, sono in video su www.slaicobas.it e http://www.youtube.com/user/slaicobas) ha contribuito di fatto all’avvio della mobilitazione e sta inoltre anticipando l’urgente bisogno di costruzione di una necessaria prospettiva politico-sindacale per ridare forza e ruolo all’opposizione operaia e dei lavoratori in generale.

Lunedì 28 maggio a Torino, in occasione della causa pilota dei lavoratori di Pomigliano d’Arco che si terrà contro la Fiat, è previsto un incontro delle forze politico-sindacali che hanno partecipato all’assemblea operaia nazionale di Arese nella consapevolezza che la lotta operaia in Fiat e quella dei lavoratori pubblici precari siciliani sarà determinante per la configurazione di una possibile e necessaria prospettiva di dei rapporti di forza, sindacali e politici, in fabbrica e nella società>.

Pomigliano d’Arco, 9/5/2012

Slai cobas Fiat Alfa Romeo e terziarizzate

2362