il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Mubarak

Mubarak

(29 Gennaio 2011) Enzo Apicella
Gli ultimi giorni del regime di Mubarak

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Bahrain: usa riforniscono di armi re al khalifa

L’annuncio durante la visita a Washington del principe ereditario Salman al Khalifa.Nell’ultimo anno Obama aveva limitato i rifornimenti all’alleata monarchia del Golfo impegnata a reprimere la rivolta popolare

(12 Maggio 2012)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in nena-news.globalist.it

Bahrain: usa riforniscono di armi re al khalifa

foto: nena-news.globalist.it

Roma, 12 maggio 2012, Nena News – «Non daremo strumenti antisommossa, come i gas lacromogeni e le granate assordanti». Così la portavoce del Dipartimento di stato Usa, Victoria Nuland, ha provato a giustificare il passo fatto dall’Amministrazione Obama di riprendere «in parte» le forniture di armi all’alleata monarchia (assoluta) al Khalifa del Bahrain, impegnata a reprimese la rivolta per diritti e uguaglianza scattata il 14 febbraio dello scorso anno.

Negli ultimi mesi Washington aveva fermato le forniture sotto la pressione delle proteste popolari in Bahrain. Ora stringe di nuovo con calore la mano a re Hamad bin Isa al Khalifa, responsabile di una novantina di morti – secondo i dati dell’opposizione, quelli ufficiali sono più bassi – di migliaia di feriti, dell’arresto di decine di leader dell’opposizione poi condannati a dure pene detentive. Uno di questi, l’attivista dei diritti umani Abdelhadi al Khawaja, attua da tre mesi lo sciopero della fame ed è sopravvissuto solo perchè alimentato contro la sua volontà dai medici governativi.

La rivolta comunque non si placa e anche ieri la polizia di questo minuscolo regno del Golfo ha usato la mano pesante per disperdere nuove manifestazioni. Alcuni dimostranti sono rimasti feriti.

L’annuncio della ripresa delle forniture è giunto, certo non a caso, durante la visita a Washington del principe ereditario bahranita Salman bin Hamad al Khalifa che ha incontrato il vicepresidente Joe Biden e il Segretario alla difesa Leon Panetta. Gli Usa presto daranno a Manama una nave da guerra, alcune motovedette e motori per i caccia F-16. Nuland ha precisato che rimane il blocco, per il momento, sulle forniture di missili di ultima generazione Tow e delle potenti jeep militari Humvees, che potrebbero essere usate contro i manifestanti.

Il Bahrain era e resta un alleato strategico degli Usa che mantengono nel piccolo regno la base della V Flotta, incaricata di tenere sotto controllo (e sotto tiro) i «nemici» iraniani. Per questa ragione Victoria Nuland ha spiegato che la ripresa delle forniture di armi rientra «negli interessi di difesa nazionale» degli Stati Uniti. Nena News

Nena News

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Il Mondo Arabo in fiamme»

Ultime notizie dell'autore «Nena News»

3079