il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Gli ex alunni della scuola Diaz

Gli ex alunni della scuola Diaz

(15 Novembre 2012) Enzo Apicella
La polizia carica i cortei studenteschi, a Roma e in altre città

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Stato e istituzioni)

SITI WEB
(Storie di ordinaria repressione)

  • Senza Censura
    antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

A proposito di "Tonfe" e manganelli

Storie di poliziotti argentini e di centrosinistri italiani

(23 Luglio 2004)

La polizia in Argentina ha ammazzato un dimostrante e la cosa ha fatto scandalo perche' a far fuori il ragazzo e' stato il nuovo micidiale manganello della Policia Nacional, detto "tonfa".
Si tratta di una specie di bastone da aikido giapponese, che puo' facilmente produrre lesioni letali. Tutti i giornalisti argentini, che pure hanno visto desparecidos, torture, dittature militari e chi piu' ne ha piu' ne metta, sono letteramente inferociti contro il ministro dell'interno. "Non si puo' tollerare che sotto un regime democratico la polizia venga mandata in piazza con questi attrezzi".

Bene, la "tonfa" e' stata introdotta in Italia (appaltata a una ditta di Chicago) dall'ex ministro degli interni di centrosinistra, Enzo Bianco.
E' stata sperimentata con buon esito (un centinaio all'ospedale per volta) a Napoli, sempre sotto il ministro Bianco, e a Genova, sotto il ministro successivo.
Alla fine e' stata (non da Bianco) abolita alla chetichella.
Per Napoli i poliziotti tonfaroli sono stati appena incriminati e per Genova sono sotto processo.
Il ministro no, gira felicemente per il centrosinistra, riscuote gran simpatia da tutti quanti e si e' autorevolmente candidato o a riamministrare l'interno o a fare il sindaco della sua citta', Catania. In quest'ultima veste sta raccogliendo adesioni di diversi partiti e vip del centrosinistra (mi auguro non di quelli antimafiosi) e dunque va seguito attentamente.

riccardo orioles

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Storie di ordinaria repressione»

Ultime notizie dell'autore «Riccardo Orioles»

8491