il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

Ogni 20 secondi...

Ogni 20 secondi...

(22 Marzo 2010) Enzo Apicella
Giornata Internazionale dell'Acqua

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale, ambiente e salute)

Catastrofi "naturali"

(16 Luglio 2012)

Dalla Newsletter numero 188, 8 luglio 2012

Il 2011 è stato considerato "l'anno delle catastrofi". Dal terremoto in Giappone ai tornado negli USA per finire al freddo siberiano e alle inusuali precipitazioni monsoniche in tutta Europa sembra che gli elementi si siano scatenati con particolare furia. Tuttavia i dati mostrano un crescendo particolare nei fenomeni atmosferici, dal quale alcuni traggono la prova del surriscaldamento del pianeta. In effetti l'ENEA registra che dal 1980 al 2010 il numero delle tempeste violente (tifoni, uragani, cicloni tropicali) è raddoppiato, quello delle grandi alluvioni è triplicato, mentre quello dei terrremoti è rimasto costante. Le statistiche relative al valore monetario dei danni è ovviamente diversa, dato che in tal caso vengono censiti gli eventi che ne hanno prodotti nelle aree altamente "antropizzate", mentre terremoti nei deserti o uragani in mezzo al mare non hanno fatto notizia. Ad esempio nel 2011 il valore dei danni è aumentato del 100% rispetto al 2010 e del 43% rispetto al 2005, precedente anno record. Il dato in questo caso è influenzato dalla catastrofe giapponese che da sola copre il 35% del totale. Come dire che le catastrofi "naturali" diventano "artificiali" non appena avvengono in zone ad alta concentrazione di manufatti per Kmq.

1951-1952: Drammi gialli e sinistri della moderna decadenza sociale

n+1
Rivista sul "movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Nessuna catastrofe è "naturale"»

Ultime notizie dell'autore «n+1 Rivista sul "movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"»

7239