il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Atene. Ordine pubblico

Atene. Ordine pubblico

(4 Maggio 2010) Enzo Apicella
Grecia. Il Fondo Monetario Internazionale si scontra con la resistenza popolare

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • PICCOLA RUMINAZIONE IN LODE DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI CHE IN QUESTI GIORNI...
    (UN DISCORSO FATTO A VITERBO NELL'ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DI ALFIO PANNEGA)
    (21 Settembre 2019)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Capitale e lavoro)

    Discussione sulle dichiarazioni programmatiche del governo

    Un movimento combattivo contro la linea antipopolare del governo

    (16 Luglio 2012)

    anteprima dell'articolo originale pubblicato in it.kke.gr

    11/07/2012

    Come previsto, i tre partiti di governo, PASOK-ND-Democratici di Sinistra, hanno ricevuto il voto di fiducia del Parlamento, domenica 8 luglio. Il carattere profondamente reazionario delle dichiarazioni programmatiche del nuovo governo, il posizionamento strategico di tutti i partiti fautori della UE come unica alternativa - e per questo incapaci di individuare una via di uscita dalla crisi favorevole al popolo -, sono stati evidenziati nei discorsi della Segretaria Generale del CC del KKE, Aleka Papariga e dai parlamentari del partito che hanno votato contro le dichiarazioni programmatiche del governo.

    Nel suo intervento la compagna Aleka Papariga, ha sottolineato la proposta politica del partito e ha rilevato: "L'abolizione del memorandum, la cancellazione unilaterale del debito e il disimpegno dall'Unione europea, che colleghiamo con la più ampia lotta per il rovesciamento politico, sono tre rivendicazioni di natura politica: i tre anelli della catena per sviluppare il contrattacco del movimento popolare. Questa è la linea di lotta per difendere gli interessi degli operai, degli impiegati, dei lavoratori autonomi e degli agricoltori poveri".

    - La rinegoziazione dei memorandum, anche se ammorbidisce alcuni aspetti, non può evitare la miseria relativa e assoluta, il deterioramento del tenore di vita del popolo e dei diritti dei lavoratori. Qualsiasi margine di miglioramento, sarà vanificato dalle attuali e nuove misure, che inevitabilmente arriveranno.

    - Il Memorandum concretizza una linea politica finalizzata a svalutare il valore della forza lavoro. In una serie di stati membri dell'UE, al di fuori di un memorandum, sono state adottate misure analoghe a quelle del memorandum e già prima della crisi. In Grecia grazie alla resistenza del movimento, tali misure non erano state adottate [prima del Memorandum].

    - Quando la linea generale del movimento popolare di massa non è sufficientemente politicizzata, è molto difficile ottenere avanzamenti parziali o minimi in difesa degli interessi dei lavoratori, ha concluso la Segretaria del KKE.

    Traduzione dall'inglese per www.resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

    Partito Comunista di Grecia (KKE)

    9002