il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Pro mutuo mori

Pro mutuo mori

(19 Settembre 2009) Enzo Apicella
In un attentato a Kabul, sono colpiti due blindati italiani, uccidendo 6 parà della Folgore

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...)

Dalla Romagna in Iraq: no all’invio di truppe!

Appello per una mobilitazione contro l'invio di altre truppe in Iraq.

(26 Luglio 2004)

Non avevamo dubbi che il Governo Berlusconi fosse determinato a partecipare al folle proseguimento della guerra di occupazione in Iraq insieme agli USA.

La notizia di alcune settimane fa divulgata sulla stampa locale, riguardante l’invio di nuove truppe “fresche” dalla caserma “Di Gennaro” di Forlì, non fa che confermare questa perseveranza.

In sostanza si tratterebbe di un avvicendamento, nel quadro di una presenza prolungata delle truppe italiane, fra i “Lagunari” , pronti a essere rimpatriati,e il primo reggimento di fanteria arereo-trasportata di Forlì.

Ricordiamo che da anni i reparti di questa caserma , che ospitava una brigata meccanizzata ,trasformata poi in fanteria avio-trasportata (elicotteri stanziati a Rimini) sono impegnati in operazioni internazionali di occupazione imperialista.

Nel 1982 i soldati di Forlì, ancora di leva , furono obbligati a partire per il Libano.

Poi, con i governi di “sinistra” e le guerre “giuste” D’Alemiane, è stata introdotta la profesionalizzazione dell’esercito e le truppe di stanza a Forlì sono diventate “volontarie”.

Sono state impegnate , e lo sono tutt’ora, nell’occupazione della Bosnia da parte degli USA e della NATO e hanno partecipato alla missione in Kossovo , consentendo ai terroristi dell’UCK

Albanese di compiere la vera pulizia etnica nei confronti della minoranza serba e di tutte le altre minoranze.

Come antimperialisti e oppositori alla guerra di Bush e alleati dobbiamo attivarci con tutte le forze per organizzare una mobilitazione a Forlì davanti a questa caserma , da dove partiranno a Settembre i soldati per l’Iraq.

Questo fatto, per noi gravissimo, non deve passare sotto silenzio e deve diventare spunto anche per dimostrare la nostra concreta solidarietà con la RESISTENZA IRACHENA e per denunciare le immani sofferenze che l’imperialismo occidentale e anche italiano hanno inflitto al popolo iracheno.Per fine agosto (con data e luogo da destinarsi) verrà indetta una assemblea a Cesena o Forlì:

Associazione Pellerossa Cesena
Colletivo Red Ghost Ravenna

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Ultime notizie dell'autore «Collettivo Red Ghost - Ravenna»

6183