il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Fincantieri

Fincantieri

(28 Maggio 2011) Enzo Apicella
Fincantieri chiude gli stabilimenti di Sestri Ponente e di Castellammare di Stabbia e annuncia 2.500 licenziamenti.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Lotte operaie nella crisi)

Pubblico impiego: sciopero 28 settembre

(24 Settembre 2012)

trecomaritre

Finalmente, qualcuno penserà, era ora!!
Bene, non si illuda, non tutti i concertativi sciopereranno, infatti la CISL non pateciperà allo sciopero con nessuna delle categorie in cui ha (unitariamente?) suddiviso il pubblico impiego. Per chi da almeno 40 (dicasi quaranta e più!) anni è costretto a sentire le litanie dei concertativi sul pericolo cui, aderendo ad un sindacato di base, i lavoratori andrebbero incontro rompendo l'unità sindacale, la cosa è veramente vomitevole.

CGIL e UIL non sono da meno della CISL. Tanto per frazionare comunque, l'UIL-scuola sciopererà, la CGIL-Scuola invece sciopererà il 20 ottobre!!! Probabile quindi che il 20 la UIL-Scuola non sciopererà contro i tagli a personale e servizi!

Così la CISL, apprezzando la convocazione di un prossimo tavolo col governo per co-decidere i tagli al pubblico impiego, non sciopera.

CGIL e UIL perché il medesimo governo non li lascia co-decidere i medesimi tagli, scioperano!

No, non siamo su “scherzi a parte”. Siamo semplicemente prossimi alla scadenza elettorale!

Ma la scadenza che interessa i lavoratori, a noi sindacato di base, è quella di fine mese cui non ci fanno arrivare per poter “risanare” il loro debito pubblico.

Ma le bugie, le menzogne, hanno le gambe corte. Già perché, guarda caso, gli stessi personaggi che ambiscono co decidere l'”efficientazione” della spesa pubblica per licenziare i dipendenti, sono gli stessi che poi chiedono a gran voce che lo stesso Stato spenda, investa dicono loro, per la crescita, raccontando a noi lavoratori che solo così arriveremo, forse, ai futuri fine mese!,

A chi vogliono raccontare i “mercati”, gli investitori, che lo Stato funzionava quando ingrassava-no di interessi senza preoccuparsi affatto di mandarlo letteralmente a rischio di bancarotta?

Non all'ultima ruota del carro, non ai dipendenti del pubblico impiego colpevoli solo di lavorare dove e come sono stati messi in condizione di lavorare. Ed è solo affinché tutti i lavoratori, del privato come del pubblico, siano sempre più consapevoli di questa triste realtà, che occorre difendersi sfruttando ogni occasione in cui parlarsi, conoscersi, organizzarsi, per questo

PARTECIPIAMO ALLO SCIOPERO DEL 28 SETTEMBRE! LOTTANDO SUI NOSTRI OBBIETTIVI:

*RIDUZIONE DELL'ORARIO DI LAVORO,

*DIFESA DEL NOSTRO STIPENDIO !!!!

*CONTRO I LICENZIAMENTI.

Autorganizzati, passa al SI COBAS

SI COBAS

2993