il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Marchio Marchionne

Marchio Marchionne

(26 Ottobre 2010) Enzo Apicella
Esternazione di Marchionne contro la scarsa produttività degli operai italiani

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

FIAT ALFA ROMEO POMIGLIANO / STENTA LA PROGRESSIONE DELLA MOBILITAZIONE OPERAIA

TENSIONE TRA OPERAI E CORTEO A POMIGLIANO, POLEMICHE TRA SLAI COBAS E FIOM

(3 Ottobre 2012)

IL MALDESTRO TENTATIVO DELLA FIOM DI ORGANIZZARE I LAVORATORI SOTTO LE ‘MENTITE SPOGLIE’ DI COMITATI DI CASSINTEGRATI E’ DI FATTO FUNZIONALE ALLE DIVISIONI OPERATE DALLA FIAT DI MARCHIONNE TRA FIP, FGA, LOGISTICA NOLA ED INDOTTO: QUESTO SINDACATO ANCORA UNA VOLTA STA ABDICANDO AL PROPRIO RUOLO SCARICANDO DA SOLI I LAVORATORI NELLA TEMPESTA (PROPRIO COME FECE NEL REFERENDUM DI GIUGNO 2012 - DOVE SOLO LO SLAI COBAS ERA IN FABBRICA AI SEGGI PER IL NO - RITIRANDOSI SULL’AVENTINO SENZA AVERE NEMMENO IL CORAGGIO FARE CAMPAGNA ELETTORALE PER IL NO)

SARA’ANCHE PER QUESTO CHE I ‘COMITATI DI CASSINTEGRATI’ DELLA FIOM NON DECOLLANO COINVOLGENDO POCHE DECINE DI LAVORATORI RISPETTO AGLI OLTRE 6.000 ADDETTI DI POMIGLIANO TRA FIP, FGA, NOLA E COLLEGATO INDOTTO E CHE LA INVOCATA PROGRESSIONE DELLA MOBILITAZIONE STENTA A REALIZZARSI

LA PRESENZA DEI LAVORATORI DELLO SLAI COBAS, CON LE PROPRIE BANDIERE E LE PROPRIE RAGIONI, CONTINUERA’ AD ESSERCI AD OGNI MANIFESTAZIONE, ANCHE QUELLE NON INDETTE DA SLAI COBAS: LE BANDIERE SINDACALI NON SONO OGGETTO DI DIVISIONE MA STRUMENTO DI ASSUNZIONE DI RESPONSABILITA’ PER DARE CREDIBILITA’ ALLA LOTTA

LO SMANTELLAMENTO INDUSTRIALE IN ATTO A POMIGLIANO PONE A RISCHIO-LICENZIAMENTO TUTTI I 6.000 ADDETTI DI FIAT ED INDOTTO, E PER QUESTO MOTIVO BISOGNA USARE TUTTE LE POSSIBILITA’ DI DIFESA SINDACALE EVITANDO LA POLVERIZZAZIONE E LA SEPARAZIONE DELLE VARIE VERTENZE: LO SLAI COBAS INTENDE COSTRUIRE IN PROGRESSIONE UNA ENTRO LUGLIO 2013 (SCADENZA CHE NON PORTERA’ NULLA DI BUONO). IN QUESTO SENSO, OLTRE ALLA MOBILITAZIONE, VANNO ANCHE LE TUTELE GIUDIZIARIE ‘PER TUTTI’ (E NON SOLO PER I SINDACALISTI) SULLA FALSARIGA DEL DIRITTO ALL’ASSUNZIONE IN FIP DI TUTTI I CASSINTEGRATI COME RECENTEMENTE STABILITO DAL TRIBUNALE DI TORINO SU RICORSO SLAI COBAS. LA RESTITUZIONE AL PUBBLICO DELL’ALFA ROMEO E DELLE CENTINAIA DI MILIARDI DI EURO DI FINANZIAMENTI PUBBLICI ELARGITI IN QUESTI DECENNI DALLO STATO ALLA FIAT ED USATI DA QUESTA PER SMANTELLARE LE FABBRICHE IN ITALIA E DELOCALIZZARE ALL’ESTERO DIVENTANO A QUESTO PUNTO UN NECESSARIO E CREDIBILE OBIETTIVO SINDACALE CHE LO SLAI COBAS, CON I LAVORATORI, STA’ GIA’ PERSEGUENTO.



3/10/2012

Slai cobas Fiat Alfa Romeo e terziarizzate

5661