il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Ricordando Stefano Chiarini

Ricordando Stefano Chiarini

(6 Febbraio 2007) Enzo Apicella
E' morto Stefano Chiarini, un giornalista, un compagno,un amico dei popoli in lotta

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Ricordo del Che Guevara nel giorno della vittoria di Hugo Chàvez

(9 Ottobre 2012)

In un giorno d’ottobre, in terra boliviana,con cento colpi è morto Ernesto Che Guevara
cantava Francesco Guccini e ricordava anche che da qualche parte un giorno, dove non si saprà, dove non l'aspettate, il "Che" ritornerà !

L’8 ottobre 1967 Ernesto Che Guevara veniva catturato e portato, dopo un lungo conflitto a fuoco, in un piccolo villaggio sperduto della Bolivia, La Higuera. La stessa sera, dall’ambasciata nordamericana, arrivava il verdetto : il Che doveva essere ucciso e lo sarà il giorno dopo.
L’8 ottobre è anche il giorno della ennesima vittoria del popolo venezuelano, che ha rieletto suo presidente Hugo Chàvez Frìas.

Nonostante le fervide speranze degli imperialisti di tutto il mondo, il Che è davvero tornato nella sua America Latina, anzi, non se n’è mai andato. E’ tornato nelle sanguinose lotte dei popoli latinoamericani e nelle loro vittorie, di cui quella venezuelana è solo l’ultima in ordine di tempo.

Vogliamo ricordarlo con le sue parole.

“Compagni, io so che quel momento di riposo in cui potremo guardare indietro e verso tutto un futuro prevedibile tarderà ad arrivare; so che molte cose succederanno prima che si raggiunga quel momento e so anche che, per cause naturali della fisiologia umana o a causa degli invasori stranieri, molti di noi non potranno vedere quel giorno gioioso, ma quelli che resteranno - guardando indietro, guardando quella costruzione che ha significato anni e anni di lavoro, di sacrificio, di speranze e di dolore –potranno vedere, a seconda del lavoro e della capacità di ognuno, un piccolo o un grande segnale indelebile che ognuno ha lasciato in quell’enorme e bell’edificio che stiamo cominciando a costruire e questa sarà la nostra ricompensa, la ricompensa di un vero rivoluzionario. A quel momento, compagni!”.

Daniela Trollio
Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”
Via Magenta 88, Sesto S.Giovanni

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «La nostra storia»

Ultime notizie dell'autore «Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Sesto San Giovanni»

4628