il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Terroristi

Terroristi

(4 Gennaio 2011) Enzo Apicella
Dopo Pomigliano anche a Mirafiori il ricatto di Marchionne: o lavorare schiavi o non lavorare più

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Pomigliano: resoconto della mattinata

(31 Ottobre 2012)

MARCHIONNE NON SFORNA MACCHINE MA SOLO “PALLE” E SI ATTIRA L’ IRA DELLE ESPONENTI DELLE MOGLI DEGLI OPERAI DELLA FIAT CHE DOPO AVER PARTECIPATO ALLA RIUNIONE DEL COORDINAMENTO DELLO SLAI HANNO VOLANTINATO ALL’ASSEMBLEA DELLA FIOM LA LETTERA-APPELLO PER L’ASSEMBLEA DEL 24 NOVEMBRE INDETTA POMIGLIANO INCASSANDO LA PARTECIPAZIONE DELLA FIOM ALL’INIZIATIVA


In un clima di attiva e sentita partecipazione si è svolta stamattina a Pomigliano la riunione allargata del coordinamento provinciale dello Slai cobas cui ha partecipato una delegazione del Comitato Mogli operai di Pomigliano insieme a numerose operaie della Fiat e convocata dallo Slai cobas con il seguente odg: “pretendere di contrastare gli annunciati licenziamenti con kermesse mediatiche o petizioni sostitutive di una mobilitazione operaia che ad oggi stenta a partire nelle fabbriche Fiat - e non solo - significa non voler affrontare il problema del crollo verticale della rappresentanza sindacale e politica, operaia e sociale come continuare a rivendicare gli “investimenti” a fronte della delocalizzazione in atto significa solo illudere i lavoratori”. In questo senso, l’unica proposta concreta e forte per tutelare tutti e per tempo alla luce dell’imminente disastro industriale e sociale che si prospetta a Pomigliano ed in tutte le fabbriche Fiat e dell’indotto è quella delle mogli degli operai: “la Fiat deve restituire tutti i finanziamenti pubblici incassati ed usati a discapito sociale e le sue fabbriche vanno nazionalizzate perché, tutte, già abbondantemente strapagate dalla collettività”. Obiettivo questo ripreso con forza dai numerosi interventi che si sono succeduto come la decisione del sindacato di base di attivare la MASSIMA MOBILITAZIONE DI UOMINI E DONNE PER LA PIENA RIUSCITA DELL’ASSEMBLEA DEL 24!

Alla fine dei lavori una delegazione del Comitato Mogli, ed operaie della Fiat, si è recata all’assemblea della Fiom riscuotendo consensi tra i partecipanti con l’impegno della Fiom a partecipare all’assemblea del 24.




31/10/2012

Slai cobas - coordinamento provinciale di Napoli – Pomigliano

4931