il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Se...

Se..

(20 Febbraio 2010) Enzo Apicella
Continua la guerra mediatica (e non solo mediatica) all'Iran

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Iran. Il prossimo obiettivo della guerra imperialista?")

Colonna di Difesa: prova generale guerra a Iran?

(24 Novembre 2012)

Secondo il New York Times, l'offensiva contro Gaza sarebbe stata un test generale per i sistemi di difesa israeliani in vista di un attacco alle centrali iraniane

colonnadifesanticipaggriran

di Michele Giorgio

Gaza, 24 novembre 2012, Nena News - Ad una valutazione non a caldo, l'offensiva aerea e navale di Israele pare aprire ulteriori canali di interpretazione e spiegazione delle sue motivazioni, che vanno oltre quella ufficiale data da Tel Aviv di "mettere fine al lancio di razzi palestinesi".

Per il New York Times, prestigioso quotidiano americano peraltro da sempre vicino a Israele, il conflitto a Gaza non sarebbe stato altro che una prova per un eventuale confronto armato con l'Iran, con il dispiegamento di missili capaci di raggiungere Gerusalemme e del nuovo sistema anti-balistico per neutralizzarli. Questa e' la lettura fornita al giornale da funzionari americani e israeliani che sottolineano che è l'Iran ad interessare realmente Netanyahu e il presidente Usa Barack Obama. I due non paiono d'accordo sulle tattiche da usare ma entrambi, dicono questi funzionari, sanno che il tempo a loro disposizione per «risolvere» la questione nucleare iraniana è limitato, forse solo pochi mesi.

Netanyahu pertanto, secondo il New York Times, avrebbe usato l'attacco a Gaza per testare le capacità di Hamas e del Jihad Islami. Forze che potrebbero entrare in gioco dalla parte di Tehran, nel caso Israele lanciasse il suo attacco alle centrali iraniane. Naturalmente, sottolinea il quotidiano americano, un conflitto con l'Iran sarebbe molto diverso da quello appena conclusosi a Gaza. Stando ai piani statunitensi e israeliani, Israele potrebbe essere impegnato su tre fronti: con i missili a corto raggio usati a Gaza, con i missili a medio raggio lanciati da Hezbollah in Libano e con i missili a lungo raggio dall'Iran.

Il sistema antibalistico Iron-Dome usato nei giorni scorsi riesce infatti a neutralizzare solo missili a corto raggio, tanto che Israele sta sviluppando un nuovo sistema di difesa contro missili a medio raggio, chiamato la Fionda di Davide, mentre ha già messo in capo un sistema contro quelli a lungo raggio noto come Arrow.

Nena News

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Iran. Il prossimo obiettivo della guerra imperialista?"»

Ultime notizie dell'autore «Nena News»

3563