">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Fiumicino: 44 dipendenti duty free in sciopero della fame

(5 Gennaio 2013)

Lavoratori dei duty free in sciopero della fame, dopo l’annuncio della procedura di licenziamento.


Sette negozi della società Wdfg (World duty free group) chiusi all'aeroporto di Fiumicino a Roma e uno sciopero della fame con un presidio permanente per i 44 dipendenti della Wdfg, addetti alla vendita e all'amministrazione, ai quali, alla fine del mese, arriveranno altrettante lettere di licenziamento.


Il taglio del personale sarebbe legato al passaggio dall'attuale azienda alla società francese Lagardere, aggiudicatrice della gara dei duty free da parte della società Aeroporti di Roma Retail.


I manifestanti, da oggi in sciopero della fame, hanno installato una tenda, sede del presidio permanente, di fronte agli uffici direzionali della società di gestione Aeroporti di Roma.

"Queste forme di protesta andranno avanti ad oltranza fino a quando non sarà aperto in Regione un tavolo ufficiale di trattativa, insieme con l'Assessore al lavoro e le due società interessate - ha spiegato il Segretario nazionale dell'Usb, Andrea Cavola, che nello scalo di Fiumicino ha incontrato i lavoratori - L'atteggiamento che stanno assumendo i soggetti coinvolti rispetto a questa vertenza è vergognoso. Perché parliamo di un comparto in attivo, quindi non si capisce perché i dipendenti che vi lavoravano debbano essere 'scaricati' così".



04-01-2013

DirittiDistorti

4114