il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Fincantieri

Fincantieri

(28 Maggio 2011) Enzo Apicella
Fincantieri chiude gli stabilimenti di Sestri Ponente e di Castellammare di Stabbia e annuncia 2.500 licenziamenti.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Lotte operaie nella crisi)

RIPRENDIAMOCI LA CITTA’! RIPRENDIAMOCI TUTTO!

(16 Gennaio 2013)

romanoneinvendita

Il 19 gennaio Roma sarà attraversata da un corteo molto importante: dietro lo slogan "Riprendiamoci la città" manifesteranno tutte le realtà e le singole persone che si oppongono alla speculazione e alla devastazione del territorio, ulteriormente alimentate dalle nuove delibere urbanistiche in corso di approvazione.

Come realtà autorganizzate territoriali, sociali e studentesche sentiamo l'esigenza di scendere in piazza insieme, affermando con determinazione che l'unico modo per contrastare colpo su colpo le politiche di austerity e passare al contrattacco è quello di unire e valorizzare le nostre lotte quotidiane, che hanno avuto un importante salto di qualità con le occupazioni del 6 dicembre, rilanciandole di volta in volta e senza mediazioni.

Come vediamo ogni giorno, il capitalismo nelle sue varie forme cerca di uscire dalla sua stessa crisi togliendoci tutto: i diktat della Troika piegano interi Paesi agli interessi del grande capitale finanziario, così come il padrone di casa, il palazzinaro o il manager sul posto di lavoro ci costringono a una vita dove precarietà e sfruttamento sono il pane quotidiano. Non si può quindi contrastare la gestione dissennata di una città come Roma senza tenere presente l'intero quadro in cui essa è coerentemente inserita. Ed è proprio per questo che rifiutiamo ogni tipo di delega e di logica rappresentativa ed elettorale: non cerchiamo un'alternanza all'interno di un quadro di compatibilità.

La nostra alternativa sta nel protagonismo delle lotte sociali, nell'autorganizzazione, nella riappropriazione, in un rifiuto totale della logica del profitto che è già di per sé costituente della società che vogliamo costruire. Saremo quindi in piazza il 19, e subito dopo torneremo ad aggredire rendita e profitto nei nostri territori, convinti che contro l'austerità e i sacrifici la miglior difesa sia l'attacco.



Sabato 19 Gennaio
Ore 15
MANIFESTAZIONE
Da Piazza Vittorio a Piazza SS Apostoli

Realtà Autorganizzate in Lotta

2639