il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Anniversario

Anniversario

(11 Settembre 2010) Enzo Apicella
Anniversario del golpe in Cile

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(America latina: un genocidio impunito)

  • C.I.C.A
    Collettivo Italia Centro America

Anticipato il processo contro Rìos Montt

Il generale golpista sarà il primo ex-capo di Stato ad essere portato in giudizio dalla giustizia del Guatemala per genocidio.

(21 Febbraio 2013)

Da Sipse.com-Informaciòn en todo momento, 20 febbraio 2013

Guatemala. Lo storico processo contro gli ex-generali guatemaltechi Rìos Montt e José Rodriguez è stato anticipato al prossimo 19 marzo, cinque mesi prima della data inizialmente prevista da una alta corte del paese.

Il Difensore dei Diritti umani del Pubblico Ministero Orlando Lòpez e l’avvocato Héctor Reyes, querelante nel processo aperto per il massacro di 1771 indigeni di etnia Ixil, hanno informato in data odierna EFE che il TribunalPrimero A di Massima sicurezza ha notificato alle parti il cambio di dataper l’inizio del dibattito orale e pubblico. In un primo momento tale alta corte, presieduta dalla giudice Jazmìn Barrios, aveva programmato l’udienza per i prossimo 14 agosto. L’avvocato Reyes ha spiegato le ragioni della nuova programmazione, dovuta a problemi di agenda del tribunale.

“Oggi alle 11 del mattino fonti ufficiali del tribunale ci hanno notificato per telefono che il giudizio era stato riprogrammato per il 19 marzo”,
ha assicurato a EFE Reyes, del Centro di Azione per i Diritti Umani (CALDH).Lòpez ha, inoltre, confermato a EFE di aver ricevuto notifica del tribunale, asserendo che l’Accusa è “ben preparata per l’udienza”. Danilo Rodrìguez, avvocato di Rìos Montt, ha detto da parte sua a EFE che al momento non ha ricevuto alcuna notifica giudiziaria sull’anticipazione dell’udienza. “Non ho ricevuto alcuna notifica per telefono”, ha asserito, denunciando che, comunque, l’anticipazione dell’udienza “ha il solo scopo di pregiudicare “ il suo cliente. Il cambio di data è stato annunciato un giorno dopo da parte del TribunalPrimero A di Massima sicurezza, all’unanimità. Del tribunale fanno parte anche i giudici Pablo Xitumul e Patricia Bustamante, che hanno respinto la ricusazione della Difesa di Rìos Montt , dovuta a dubbi sulla imparzialità del processo. “Il tribunale è imparziale e siamo chiamati alla obiettività”, ha sentenziato martedì Barrios al momento di respingere l’istanza. Lunedì scorso lo stesso tribunale aveva respinto la richiesta di ricusazione dei tre giudici presentata dalla difesa dell’ex-generale Rodrìguez, già capo della Intelligence militare di Rìos Montt.

Rìos Montt, 86 anni, che governò di fatto tra il 1982 ed il 1983 e Rodrìguez, 67 anni, sono accusati del massacro di 1771 indigeni di etnia Ixil durante tale periodo, nonché di numerosi casi di violenze sessuali e della deportazione di oltre 29 mila indigeni, durante le operazioni dell’esercito nel cosiddetto triangolo Ixil, nel Dipartimento nord-occidentale di Quicé. L’ex generale golpista sarà il primo capo di Stato ad essere portato in giudizio dalla giustizia de Guatemala per genocidio e crimini contro l’umanità per i massacri perpetrati dai militari nell’ambito del conflitto armato che tra il 1960 ed il 1996 fece in Guatemala 250 mila vittime, tra assassinati e desaparecìdos.

Contro Rìos Montt e Rodrìguez l’Accusa ha presentato oltre 900 prove, che comprendono testimonianze di Ixil sopravvissuti ai massacri, oltre a rilievi forensi ed antropologici. L’ex-governante si trova di fatto agli arresti domiciliari da quando si è spontaneamente consegnato alla giustizia nel gennaio del 2012. Mentre Rodrìguez, catturato nell’ottobre del 2011, è recluso nell’ospedale militare per condizioni di salute. Un altro generale legato ai massacri di Ixil, Héctor Mario LòpezFuentes, è ricoverato presso la stessa struttura sanitaria, in attesa che la giustizia si pronunci sulla compatibilità delle sue condizioni di salute e l’esigenza che venga processato in una sede giudiziaria.

Il processo contro Rìos Mont e Rodrìguezfu ordinato dal giudice Miguel Angel Galvéz del Tribunale B di Massima sicurezza, ascoltate accuse e prove a discarico nel gennaio scorso.

Associazioni per la difesa dei Diritti Umani locali ed internazionali, come Amnesty International, salutarono con favore la decisione di portare gli ex-generali in tribunale, e qualificarono l’iniziativa come “un importante passo nella direzione della giustizia, della verità e del risarcimento” delle vittime.

Traduzione a cura di Leonardo Donghi

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «America latina: un genocidio impunito»

Ultime notizie dell'autore «Leonardo Donghi»

4118