IL PANE E LE ROSE - classe capitale e partito
La pagina originale è all'indirizzo: http://www.pane-rose.it/index.php?c3:o37926

 

Toscana. Il No Debito in difesa della sanità pubblica

(10 Marzo 2013)

"I partiti perdono i voti ma non il vizio". Spostata la data per la consegna firme raccolte sulla petizione popolare in difesa e per il rilancio della Sanità Pubblica all'Assessore regionale Marroni.



Da mesi il Comitato No Debito, il Comitato per la sanità pubblica, insieme a diverse realtà Toscane, porta avanti una campagna a livello regionale, seguita anche in altre parti d'Italia, per la difesa e il rilancio della sanità pubblica con la raccolta di migliaia di firme su una petizione popolare che chiede di bloccare tutti i tagli alla sanità.

Lo scorso 16 febbraio un corteo regionale ha sfilato a Firenze fin sotto le finestre della Giunta Regionale Toscana, che intende tagliare la sanità più del governo Monti.

All'Assessore regionale al diritto alla salute Luigi Marroni è stato richiesto in precedenza un incontro per giovedì 7 marzo a Firenze per la consegna delle firme della petizione popolare. L'Assessore ha fatto slittare però per motivi a noi ignoti... (?) l'incontro al prossimo mercoledì 13 Marzo, fatto indicativo della poca considerazione che viene data alle istanze sociali che si muovono intorno alle problematiche sanitarie e sociali che nel nostro paese, così come in tutto il Sud dell'Europa - continuano ad aggravarsi, a causa delle politiche di austerità della cosiddetta "Troika" che sta portando intere popolazioni al crollo sociale e non solo a livello sanitario.

L'incontro sia con l'Assessore Marroni che con il Sindaco di Pisa Filippeschi - il quale non ha ancora risposto alla nostra richiesta di incontro - e la consegna delle firme ad entrambi saranno solo un passaggio della campagna in difesa e per il rilancio della sanità pubblica.

Il 13 marzo alle ore 17:30 davanti sede Consiglio Regionale Toscano, via Cavour n. 4 - Firenze PRESIDIO PER LA DIFESA E IL RILANCIO DELLA SANITA' PUBBLICA, CONTRO I TAGLI DELLA SPENDING REVIEW E DELLA REGIONE TOSCANA

Redazione Contropiano

6146