il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Gerusalemme est

Gerusalemme est

(10 Novembre 2010) Enzo Apicella
Prosegue la colonizzazione di Gerusalemme est. Israele ha annunciato ieri un nuovo piano per la costruzione di circa 1.300 nuovi appartamenti.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Palestina occupata)

Report settimanale del Pchr sulle violazioni israeliane

(7 Maggio 2013)

PCHR Palestinian Centre for Human Rights

Report settimanale sulla violazione israeliane nei Territori palestinesi occupati. Periodo 25 aprile 1° maggio.


Le forze israeliane continuano ad attaccare sistematicamente i civili e le proprietà palestinesi nei territori occupati (oPt).

Le forze israeliane, senza ricorrere a giusto processo, hanno ordinato l’esecuzione di un membro del gruppo salafita-jihadista nella Striscia di Gaza.

Israele continua ad aprire il fuoco nelle aree di confine della Striscia di Gaza.

Un bambino è stato ferito a nord di Gaza.

Le forze israeliane hanno ferito quattro civili, incluso un bambino, mentre offrivano protezione ai coloni israeliani durante le operazioni di attacco.

Israele continua a reprimere con violenza eccessiva i dimostranti in Cisgiordania.

Tre manifestanti sono stati feriti durante le dimostrazioni pacifiche contro la costruzione del Muro di annessione e gli insediamenti illegali.

Le forze israeliane hanno condotto 63 incursioni contro le comunità palestinesi in Cisgiordania e tre incursioni limitate nella Striscia di Gaza.

32 civili palestinesi, inclusi sette bambini, sono stati arrestati in Cisgiordania.

Israele continua a imporre una chiusura totale nei territori palestinesi occupati e a isolare la Striscia di Gaza dal mondo esterno.

Le forze israeliane hanno chiuso la frontiera tra la Striscia di Gaza e Israele per tre giorni e hanno installato dozzine di posti di blocco in Cisgiordania.

Otto civili palestinesi, inclusi due bambini, sono stati arrestati ai posti di blocco.

Israele sta cercando di creare un territorio composto a maggioranza da Ebrei nella Gerusalemme Est occupata.

Tre case nel villaggio di al-Tour e intorno ad al-Thawri sono state demolite.

Le forze israeliane continuano a sostenere gli insediamenti illegali in Cisgiordania e i coloni israeliani continuano ad attaccare i civili e le proprietà palestinesi.

Due fattorie e un pozzo sono stati demoliti e altri avvisi di demolizione sono stati emanati in Cisgiordania.

I coloni hanno condotto una serie di violenti attacchi contro i civili palestinesi e hanno incendiato diversi ettari di terreni agricoli. Inoltre hanno dato fuoco a dozzine di veicoli nel villaggio di Deir Jarir a Ramallah.

Le forze navali israeliane non cessano di colpire i pescatori palestinesi in mare. Inoltre, continuano ad aprire il fuoco sui pescherecci palestinesi costringendoli a navigare all’interno del limite di tre miglia nautiche.

Un pescatore è stato gravemente ferito a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza.



Resoconto

Le violazioni israeliane delle leggi umanitarie internazionali nei territori oPt continuano durante il periodo considerato (25 aprile- 01 maggio).


Nel periodo considerato, le forze israeliane hanno ucciso un civile palestinese e ferito altri nove civili nella Striscia di Gaza.

Il 30 aprile 2013, nella Striscia di Gaza, Israele ha assassinato un membro palestinese del movimento salafita-jihadista mentre era sulla sua moto davanti alla base militare di Bader, a nord ovest di Gaza, tramite un attacco lanciato da un drone israeliano.

La vittima è rimasta uccisa immediatamente, si trattava di un ufficiale di sicurezza presso l’ospedale di Shifa a Gaza. Israele ha ammesso di aver pianificato l’attacco; i rappresentanti delle forze israeliane hanno dichiarato di aver ucciso un alto funzionario della Striscia di Gaza che aveva compiuto numerose operazioni di lancio di razzi e che aveva in programma di lanciare razzi su Eilat dall’Egitto. Va notato che questo è il primo omicidio extragiudiziale dal 21 novembre 2012 data d’inizio dell’accordo sul cessate il fuoco, a seguito dell’ultima offensiva israeliana sulla Striscia di Gaza.

Traduzione per InfoPal a cura di Elisa Ticinelli

4403