il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

I Prigionieri Palestinesi

I Prigionieri Palestinesi

(11 Ottobre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

09/05 - ESERCITO COLOMBIANO BOMBARDA VILLAGGI NEL PUTUMAYO

(10 Maggio 2013)

esputumayo

La ANZORC, Associazione Nazionale delle Zone di Riserva Contadina, nella quale convergono 50 organizzazioni contadine e processi di ZRC colombiani, denuncia gli abusi contro la popolazione civile da parte di unità della Brigata di Selva 27 nel Putumayo, che hanno violato i principi di distinzione, precauzione e proporzionalità sanciti dal Diritto Internazionale Umanitario.
Il lancio di granate di mortaio dalla base militare ubicata nella zona del Porvenir, in
prossimità del confine con il Perù, ha causato lo sfollamento massivo di 50 famiglie contadine provenienti dai villaggi di La Frontera, La Piña, Bocana del Cuembi e San Salvador.
Le comunità segnalano che l'obiettivo dei bombardamenti era la popolazione civile e non le FARC, come affermato dall'Esercito; gli attacchi sono iniziati il 10 aprile ma si sono intensificati durante la prima settimana di maggio.
L'ANZORC richiede l'immediata interruzione del lancio di granate, nonché il rispetto, da parte delle Forze Armate, dei principi del Diritto Internazionale Umanitario, riconoscendo ai contadini della Zona di Riserva Contadina la condizione di civili e persone protette; richiede inoltre agli enti competenti assistenza urgente per gli sfollati, attualmente rifugiati in uno spazio umanitario temporaneo, e che sia garantito il loro ritorno.
Come sempre, l'Esercito colombiano persegue la vecchia tattica del “togliere l'acqua al pesce”, abbattendosi come una scure su contadini inermi, da sempre base sociale dell'insorgenza colombiana e, in spregio alle più elementari norme del diritto umanitario, incapace di conseguire vere vittorie decisive sul campo di battaglia, non esita a scaricare le sue bombe sulla popolazione civile.
Per interrompere questo stato di cose, l'unica possibilità è quella di cogliere l'opportunità di una tregua bilaterale, che consentirebbe anche un clima adeguato ai Dialoghi dell'Avana. Ma il governo, arroccato su posizioni obiettivamente insostenibili, non è ancora intenzionato a fare questo passo indispensabile a garantire la sicurezza dei civili

Associazione Nazionale Nuova Colombia

4074