il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

NO MUOS

NO MUOS

(10 Agosto 2013) Enzo Apicella
Un centinaio di manifestanti no-Muos è riuscito a sfondare la recinzione e ad entrare nella base militare americana di Niscemi, in Sicilia.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Il saccheggio del territorio)

23 AGOSTO 2013 - SI AL PARCO - NO A OMBRINA MARE

MANIFESTAZIONE REGIONALE A SAN VITO CHIETINO - DALLE ORE 15.30 PRESSO IL PIAZZALE DELLA STAZIONE

(22 Agosto 2013)

vogliamilp

Chieti – giovedì, 22 agosto 2013

La Unione Sindacale di Base Abruzzo aderisce alla manifestazione regionale indetta dalla Rete Radicati sul Territorio di Zona Ventidue ... CONTRO lo scempio del mare dovuti agli scellerati progetti di trivellazione per la estrazione di prodotti petrolliferi - PER la celere istituzione del Parco della Costa Teatina quale unica vera risposta al degrado ambientale.

Riportiamo il comunicato:


CONTROCORRENTE E' DURO NUOTARE ANCHE SE SONO NATO ALLA RIVA DEL MARE ( LOU X )
Abbiamo scelto questa frase del poeta Luigi per invitarvi al corteo "Vogliamo il Parco della Costa Teatina", che si muoverà lungo le strade di San Vito Chietino il 23 Agosto 2013.
Vogliamo l'istituzione del Parco perché desideriamo che tutti e tutte possano vedere, in futuro, questa terra più bella di quanto non sia già, perché il Parco non protegge solo le farfalle, ma anche il territorio tutto dalla petrolizzazione, ed è quindi uno strumento ulteriore per dire NO ad Ombrina Mare 2 e ad eventuali future concessioni. Lo vogliamo anche perché desideriamo che i centri storici vengano ristrutturati, che si faccia un censimento per le case sfitte o disabitate, per poi connetterle e parlare di Albergo Diffuso, frenando la cementificazione selvaggia.
Chiedere il Parco vuol dire infine schierarsi per forza di cose dalla parte di chi grida NO al Resort e No al Porto Turistico, ultimo triste capitolo che avrà sicuramente, se realizzato, un forte impatto negativo, così come è stato progettato: infatti il progetto preliminare comprende anche opere a terra, come parchi residenziali, oltre ai 360 posti barca.
Allo stesso tempo non vogliamo che il Parco della Costa Teatina diventi l’ennesimo carrozzone istituzionale, ma pretendiamo che la sua gestione passi attraverso la democrazia diretta, che la parola dei cittadini e delle cittadine incida nelle scelte dell’ente.

SI AL PARCO DELLA COSTA TEATINA

NO A OMBRINA, SI ALLE RINNOVABILI

NO AL RESORT, SI ALL’ALBERGO DIFFUSO

NO AL PORTO TURISTICO, SI ALLE BANCHINE GALLEGGIANTI


Concentramento ore 15:30 presso il piazzale della stazione di San Vito capoluogo.

Per info ed adesioni zonaventidue@gmail.com

USB Abruzzo

5294