il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Il capitalismo spiegato ai bambini

Il capitalismo spiegato ai bambini

(17 Novembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

1 dicembre 2004: sciopero nazionale di 24 ore degli autoferrotranvieri

con manifestazione a Milano, con inizio alle ore 18, con concentramento davanti alla Prefettura.

(25 Novembre 2004)

Il Coordinamento Nazionale Autoferrotranvieri, riunitosi a Firenze il 24 novembre 2004, verificata la situazione creatasi a seguito della firma del CCNL e della dichiarazione di sciopero effettuata dai sindacati concertativi per il giorno 30 novembre 2004, ha deciso quanto segue:

Di mantenere lo sciopero proclamato per il giorno 1 dicembre 2004 a sostegno della piattaforma rivendicativa presentata alle controparti e che rivendica nella sua interezza e validità;

Di confermare per tale giornata la proclamazione della "Giornata del Tranviere" in ricordo dell’inizio delle lotte del dicembre 2003/gennao 2004;

Di valutare negativamente l’ipotesi di accordo sottoscritta dalle OO.SS. concertative, dalla FAISA-CISAL e UGL;

Che tale ipotesi non recupera minimamente l’inflazione e non tutela il potere d’acquisto dei lavoratori autoferrotranvieri;

Che i 105 sono dati a regime, cioè a ridosso della scadenza contrattuale, quindi si limita solo all’ultimo trimestre il recupero salariale;

Che se da tale somma si detraggono i 25 mancanti dalla sottoscrizione dell’accordo bidone del 20 dicembre 2003, rimangono 80 che sono meno di quello dato alla sigla del suddetto accordo;

Che si aggravano notevolmente le condizioni normative dei lavoratori con l’applicazione, alla categoria, della famigerata Legge 30 (legge Biagi) "contrattualizzandola" e mascherandone le nefaste conseguenze sulle normative e condizioni dei lavoratori addetti;

Che vengono peggiorate le condizioni dei lavoratori attualmente assunti e che effettuano la prestazione a part-time, inserendo la "volontarietà" all’effettuazione di prestazioni straordinarie; e nella categoria è ben noto che la "volontarietà vuole dire OBBLIGATORIETA’;

Se apparentemente viene inserita una "clausola sociale" in caso di subentro di impresa a seguito delle gare per la liberalizzazione dei servizi, questa è di fatto svuotata di ogni significato perché viene riconfermata la previsione dell’art. 26 del Regio Decreto 148/31 che stabilisce "che solo il personale strettamente necessario all’espletamento del servizio" sarà assunto dall’azienda subentrante;

Nulla è previsto sul secondo biennio economico contrattuale, non vengono quantificate le risorse disponibili per il suo rinnovo;

Infine il contratto è subordinato e sarà operativo "…non appena definite le risorse occorrenti per la copertura del contatto…": questo vuol dire che se non verranno reperite le risorse necessarie nella legge finanziaria (pari ai 200 milioni di ) il contratto non verrà applicato; inoltre se è previsto il tetto di spesa per gli enti locali, le Regioni da dove tireranno fuori le risorse per finanziare la loro quota (pari a 60 milioni di )?

1 dicembre 2004 sciopero nazionale di 24 ore della categoria con manifestazione a Milano, con inizio alle ore 18, con concentramento davanti alla Prefettura

COORDINAMENTO NAZIONALE AUTOFERROTRANVIERI
SULT-TPL, SIN-COBAS, CUB FLTU - RdB TRASPORTI, SLAI-COBAS, CONF.NE COBAS TPL, AUTOORGANIZZATI

12777