il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Addio compagne

Addio compagne

(23 Febbraio 2010) Enzo Apicella
Il logo della campagna di tesseramento del prc 2010 è una scarpa col tacco a spillo

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Il Consiglio Comunale di Venezia contro i lavoratori della Vesta

(30 Novembre 2004)

Nella seduta del Consiglio Comunale di Venezia del 25 novembre 2004 la maggioranza di centrosinistra (Margherita, Ds, Pdci, Prc, Verdi e altri) ha votato la delibera di costituzione della nuova Holding “N.E.S. spa”, la cosiddetta “NES piccola” dopo che alcuni Comuni del Friuli Venezia Giulia non hanno aderito alla “NES grande”.

La NES, società per azioni aperta ai privati, si occuperà di tutti i servizi essenziali (acqua, rifiuti, cimiteri, fognature, ecc). Si tratta della più vasta privatizzazione che il Comune di Venezia abbia varato in questa legislatura dopo le farmacie comunali, l’agenzia per la casa, ecc, ecc. Per completezza hanno votato contro la costituzione della Nes piccola anche due consiglieri dei DS.

I lavoratori di Vesta e i loro sindacati si sono mobilitati contro questa operazione fino a contestare duramente la privatizzazione durante la seduta del Consiglio Comunale del 25 novembre.

Il circolo del Prc di Chirignago-Venezia ha convocato sull’argomento una assemblea martedì 23 novembre in presenza del consigliere comunale di Venezia Nardin del Prc, tutti gli interventi, escluso quello del consigliere comunale, hanno espresso la più netta contrarietà all’operazione NES.

Nel Direttivo Federale di Venezia del Prc del 24 novembre Progetto comunista ha espresso il proprio dissenso e contrarietà a tutta la sua operazione NES.

Come Progetto comunista, sinistra del Prc, oltre ad avere espresso in tutti gli organi del partito la nostra opposizione la abbiamo espressa anche pubblicamente.

Non hanno, ad oggi, espresso la loro posizione, né negli organismi del partito né pubblicamente, i compagni della tendenza Erre che tra l’altro stanno nella federazione di Venezia in segreteria assieme alla tendenza Bertinottiana, lo stesso vale per i compagni della tendenza dell’Ernesto che stanno anch’essi in maggioranza ma non in segreteria.

Ci rivolgiamo quindi ad entrambe le tendenze, e in particolare ad Erre, invitandoli ad uscire dalla maggioranza e a passare realmente all’opposizione.

L’opposizione di principio contro i governi borghesi e di collaborazione di classe, nazionali e locali, dovrebbe essere normale per dei comunisti (e da tutto il marxismo rivoluzionario da Marx ad Engels, da Lenin a Trotsky, come è stato espresso nei primi quattro congressi dell’Internazionale comunista). Ma il centrismo e l’opportunismo hanno una lunga storia e non solo nel nostro paese.

Progetto comunista, collettivo di Venezia

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Dove va Rifondazione Comunista?»

Ultime notizie dell'autore «Associazione marxista rivoluzionaria PROGETTO COMUNISTA - sinistra del PRC»

9799