il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Mezzogiorno di fuoco

Mezzogiorno di fuoco

(2 Marzo 2011) Enzo Apicella
Gli USA preparano l'invasione della Libia

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Argentina: petizione per salvare la Zanon autogestita

(9 Dicembre 2004)

Una petizione al presidente Kirchner in difesa dei lavoratori argentini della Zanon ceramiche, che dal 2001, dopo la serrata della fabbrica decisa dal proprietario, il veneto Luigi Zanon, hanno 'recuperato' lo stabilimento autogestendo la produzione.

Ma gli operai sono sotto continua minaccia di sgombero.

Questo il motivo della petizione, lanciata dall'attivista Naomi Klein, autrice di un documentario sul fenomeno delle fabbriche recuperate in Argentina.

La petizione - che si può sottoscrivere sul sito http://www.petitiononline.com/zanon/petition.html - chiede che le istituzioni:

1 – rimuovano qualsiasi minaccia di sgombero alla fabbrica, sia adesso che in futuro.

2 – garantiscano riconoscimento legale alla cooperativa dei lavoratori della Zanon, FaSinPat e riconoscano l’importanza sociale e il contributo economico che queste esperienze hanno portato alla comunità negli ultimi tre anni. Senza il riconoscimento giuridico della cooperativa, i lavoratori della Zanon non possono portare avanti i loro progetti di esportazione delle piastrelle di ceramica: tutti noi apettiamo con entusiasmo di acquistare i loro prodotti nel resto del mondo!

3 – venga votata una legge permanente e definitiva sull’esproprio a nome dei lavoratori della Zanon, in modo che possano smettere di sprecare tempo ed energie in battaglie legali e politiche e possano investire i propri sforzi nella creazione di nuovi posti di lavoro, nella costruzione di ospedali, scuole e case - il tutto è di pubblico interesse - nella diffusione di questo modello democratico di economia, così disperatamente necessario a Neuquen e nel mondo'.

'Sotto il controllo dei lavoratori - prosegue il documento - la fabbrica ha aumentato l’impiego del 50% passando in un solo anno da 300 a 450 lavoratori: che cosa possono dire le multinazionali di un tale record?

I lavoratori della Zanon ce l’hanno fatta democraticamente: ogni decisione è presa collettivamente in assemblee aperte in cui ogni lavoratore ha medesimo potere decisionale.

Quanti di noi hanno mai vissuto una situazione di così vera democrazia nei propri posti di lavoro?
Tuttavia - conclude la petizione - questi incredibili risultati, ottenuti in soli tre anni di autogestione del lavoro, sono costantemente minacciati dallo sgombero ma questa precarietà si risolverebbe con semplici provvedimenti legali e legislativi.

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Bajo control obrero»

9703