il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Nel "giardino di casa" degli USA

Nel giardino di casa degli USA

(5 Ottobre 2010) Enzo Apicella
Elezioni presidenziali 2010. Il Brasile si sposta a sinistra.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Americas Reaparecidas)

ECUADOR, CHIESTA MASSIMA PENA PER EX PRESIDENTE MAHUAD

(18 Ottobre 2013)

jamil

Jamil Mahuad

Una condanna a 12 anni, il massimo della pena prevista, per malversazione di fondi pubblici e diretta responsabilità nella crisi finanziaria e sociale che colpì l’Ecuador nel 1999: l’ha chiesta il procuratore generale Galo Chiriboga nei confronti dell’ex presidente Jamil Mahuad (agosto 1998 – gennaio 2000), basandosi sull’articolo 257 del codice penale vigente.

Chiriboga ha ricordato che Mahuad firmò il decreto con cui il 9 marzo 1999 fu imposto lo stato d’emergenza per il settore bancario e quello che, due giorni più tardi, dispose il congelamento dei conti correnti, un reato configurato come “peculato bancario”. Così facendo, Mahuad “infranse norme costituzionali e legali con l’obiettivo di favorire proprietari, dirigenti o amministratori delle banche private” sprofondate in una crisi di liquidità. Nell’incartamento, Chiriboga ha spiegato che Mahuad causò in questo modo un danno economico alla cittadinanza, violando il diritto alla libertà di contrattazione; ha inoltre sostenuto l’esistenza di rapporti tra Mahuad e alcune banche private a cui vennero concessi prestiti con denaro pubblico.

La crisi finanziaria del 1999 è costata all’erario pubblico oltre otto miliardi di dollari ed è considerata la più grave della storia nazionale. La manovra voluta da Mahuad portò l’inflazione al 60% e la svalutazione del sucre, la valuta nazionale, al 70%: la povertà raggiunse il 62%, la disoccupazione il 70%. Il 9 gennaio 2000 Mahuad impose la dollarizzazione dell’economia nazionale; il 21 dello stesso mese fu rovesciato su impulso dell’influente Confederazione delle nazionalità indigene (Conaie) e di un gruppo di ufficiali delle forze armate fra cui spiccava il colonnello Lucio Gutiérrez, in seguito presidente fra il 2003 e il 2005 prima di essere a sua volta rimosso, dal Congresso.

Riparato nel 2000 negli Stati Uniti, Mahuad vi risiede da allora e, fra l’altro, tiene corsi di amministrazione politica all’università di Harvard.

[FB]

Misna

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Americas Reaparecidas»

Ultime notizie dell'autore «MISNA»

7186