il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Colonia Italia

Colonia Italia

(23 Aprile 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

FARC-EP: nuova proposta di scambio di prigionieri

(17 Dicembre 2004)

Poiché il Governo sostiene che la smilitarizzazione dei municipi di San Vicente e Cartagena del Chairá, per concordare lo scambio di prigionieri, è impossibile nella misura in cui equivarrebbe a revocare o sospendere il “Plan Patriota”, affinché questo possa seguire il proprio corso proponiamo:

1. Di smilitarizzare due municipi delle centinaia che esistono al di fuori dell’area dei Blocchi Orientale e Sud, in cui il Governo crede illusoriamente di poter sconfiggere la guerriglia con il piano disegnato e diretto dal Comando Sud dell’esercito degli Stati Uniti.

2. I due municipi che proponiamo sono Florida e Pradera, nel dipartimento del Valle, e devono avere le garanzie di sicurezza necessarie agli spostamenti dei nostri portavoce, il trasporto dei prigionieri di entrambe le parti al luogo convenuto per l’interscambio ed al posteriore ripiegamento degli oltre 500 guerriglieri che devono esser liberati in applicazione degli accordi.

3. La Chiesa, che sarà incaricata dei contatti iniziali, esplorerà le possibilità di vincolare le Nazioni Unite, i governi amici e la Croce Rossa Internazionale ai lavori di accompagnamento ed appoggio logistico.

4. Invitiamo i familiari dei prigionieri colombiani e statunitensi a fare propria questa proposta fino alla sua concretizzazione, che è il desiderio di tutti.

5. La nostra volontà politica di porre fine alla lunga detenzione dei prigionieri in potere delle due parti è chiaramente dimostrata da questa proposta. Speriamo che il Governo del signor Uribe non sia inferiore alle sfide poste da questo accordo umanitario, che aspetta da tempo di essere materializzato.

6. Di fronte al manifesto atteggiamento di servilismo e mancanza di decoro della Corte nell’autorizzare l’estradizione negli Stati Uniti di Simón Trinidad, portavoce di pace delle FARC, sulla base di una grossolana montatura che attacca anche l’indiscutibile carattere politico della nostra lotta, segnaliamo che la sua estradizione stessa interferirebbe seriamente con le possibilità di scambio. Ci opponiamo per principio all’estradizione di colombiani, pratica indegna di rinuncia alla sovranità che non può protrarsi tra l’indifferenza. Nessun paese civilizzato al mondo consegna i propri cittadini affinché siano processati dai gringos.

Montagne della Colombia, 28 novembre 2004

SEGRETARIATO DELLO STATO MAGGIORE CENTRALE DELLE FARC-EP

8261