il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Dignità operaia

Dignità operaia

(9 Marzo 2012) Enzo Apicella
Oggi sciopero generale dei metalmeccanici convocato dalla Fiom e manifestazione nazionale a Roma

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Per un sindacato di classe)

Livorno, 7 dicembre: incontro nazionale di Difesa Sindacale

(4 Dicembre 2013)

livdifesa

Sabato 7 Dicembre 2013 ore10
Incontro nazionale
Difesa Sindacale
Livorno
Dopo Lavoro Ferroviario
Viale Ippolito Nievo,32



I comunisti anarchici e libertari presenti in CGIL lanciano un appello a tutti i lavoratori affinchè il XVII Congresso nazionale non sia svilito in un dibattito privo di necessarie riflessioni autocritiche e teso ancora una volta a non disturbare il “governo amico” delle larghe intese.

Se la CGIL non tornerà a porsi quale punto di riferimento per l’opposizione sociale, per una uscita dalla crisi capace di salvaguardare gli interessi delle classi sociali subalterne, i loro diritti e le loro tutele, per una migliore redistribuzione della ricchezza sociale prodotta che premi i salari, per una società più giusta e più egualitaria, l’uscita dalla crisi sarà capitalista e avverrà nell’esclusivo interesse dei padroni e della rendita.

Il percorso di questo XVII congresso dovrà essere unitario e dovrà coinvolgere gli iscritti e i lavoratori, produrre obiettivi qualificanti la difesa delle loro condizioni di vita, di quelle dei disoccupati, dei precari e di tutte le classi sociali aggredite dalla crisi, per qualificare e conferire alla CGIL gli strumenti efficaci di una rinnovata autonomia e di una rinnovata opposizione sociale alla crisi e alle manovre del padronato e del governo.

Le compagne e i compagni libertari presenti in CGIL qualificheranno questo intento con proposte concrete.

"Sin da quando si cominciò a creare in Italia l'organizzazione sindacale andò maturando una concezione particolare sul proletariato, sulle organizzazioni dei lavoratori, sulla lotta di classe. La maggior parte degli uomini più o eno colti, che si infiltrarono nei partiti più o meno "sovversivi" o di avanguardia, risentirono di una siffatta mentalità che li port anche oggi ad avere lo stesso dubbio di ieri: quello di credere che il proletariato da solo non sia capace di incamminarsi verso le mete finali della propria organizzazione.

Bisogna smetterla con siffatta mentalità e formarsi invece una coscienza nuova: al di fuori dei partiti politici, vedere quali sono i reali interessi della massa lavoratrice, così soltanto gli operai potranno giudicare la giustezza dell'azione che il sindacato volge in loro favore." Attilio Sassi - Corrente Anarchica in Cgil 15-16 settembre 1944 . Convegno delle Organizzazioni sindacali dell'Italia liberata.

per DS
Carmine Valente

4856