il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

Arsenico Lupin

Arsenico Lupin

(6 Dicembre 2010) Enzo Apicella
Emergenza in Lazio per le concentrazioni di arsenico nell'acqua superiori ai livelli stabiliti dalla UE

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale, ambiente e salute)

(ORTALE) LANZILLOTTA NON LO SA: “l'acqua pubblica non si vende, l'acqua si difende”

(18 Dicembre 2013)

Roma, 18 dicembre 2013. La signora Lanzillotta, non paga dei disastri già procurati a Roma quando era allora Assessore al Bilancio del sindaco Rutelli, continua a lavorare per svolgere il suo ruolo di Robin Hood alla rovescia: togliere ai poveri per dare ai ricchi. Dopo aver regalato la Centrale del Latte di Roma ai privati già negli anni novanta, ecco che ci riprova andando contro quanto, in maniera forte e chiara, hanno deciso ben 27 milioni di italiani con il voto al referendum del giugno 2011. L’acqua deve restare pubblica e non regalata ai privati! Ci aveva già provato Alemanno nell’estate del 2012 a provare a regalare una bella quota di ACEA spa, ben il 21 %, al friend Caltagirone ma il Coordinamento Romano per l’Acqua Pubblica, i Movimenti romani per il diritto all’abitare, i Sindacati di base, Rifondazione Comunista romana e persino il PD romano, in zona Cesarini, avevano affossato la scelta scellerata dell’ex sindaco di Roma. Ora bisogna che lo spieghiamo nuovamente anche alla signora Lanzillotta, presentatrice in Commissione Bilancio al Senato dell’emendamento privatrizzatrice e favorevole ai licenziamenti dei lavoratori, che l’acqua pubblica non si vende ma si difende. Subito il ritiro dell’emendante! E chi ha sbagliato, sottoscrivendo ingenuamente tale atto, si dedichi ad altri sport che sicuramente questo non è per lui quello più azzeccato! Evitiamo di fare diventare quelli del PD, del neosegretario Renzi che privatizza il trasporto pubblico a Firenze, i “paladini” dell’acqua pubblica. Lo afferma in una nota Claudio Ortale membro del CPN di Rifondazione Comunista.

Claudio Ortale

9621