il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Morti bianche

Morti bianche

(1 Settembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(L'unico straniero è il capitalismo)

Manifestazione dei migranti e con i migranti lunedì 27.01 a Cagliari, in Piazzale Trento

(25 Gennaio 2014)

Cagliari –sabato, 25 gennaio 2014

manifestdei

Lunedì 27 Gennaio alle ore 10.30, da piazzale Trento, Cagliari, partirà una

Manifestazione dei migranti e non solo, per reclamare il diritto di asilo e la concessione del permesso di soggiorno, e per coloro che l’hanno ottenuto, un percorso di integrazione nella vita sociale, abitativa e lavorativa.

Episodi di razzismo fanno oramai parte della nostra vita quotidiana. Episodi che nelle loro forme più volgari ci fanno indignare e fanno indignare parte di quella popolazione che poi, nei fatti approva quel tipo di razzismo più subdolo, quello codificato nel nostro ordinamento giuridico.

Succede così che molte delle persone che sono pronte a condannare le "intemperanze" leghiste e fasciste poi, non siano neppure contrarie alle leggi che sconfinano nel razzismo, e mi riferisco in particolar modo alle leggi che vorrebbero regolamentare l'immigrazione.

La USB (Unione Sindacale di Base) assieme ad un gruppo di solidali ed antirazzisti ha deciso di appoggiare la manifestazione che si terrà il giorno 27.1 a partire dalle ore 10.30.
Una manifestazione di e con i migranti per richiedere il diritto d'asilo, così come previsto dalla costituzione italiana. L'abrogazione delle leggi che discriminano regolando l'immigrazione.

Un'occasione per conoscere i migranti, conoscere le loro storie. Un'occasione per esserci!

Unione Sindacale di Base Federazione Sardegna



Articolo 10 della Costituzione

“La condizione giuridica dello straniero è regolata dalla legge in conformità delle norme e dei trattati internazionali. Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge. Non è ammessa l'estradizione dello straniero per reati politici. “


Così scrissero gli estensori della costituzione italiana nel 1947: Estensori che, molti dei quali avevano conosciuto in prima persona, cosa volesse dire esilio, fuggire dal carcere, fuggire da una dittatura.

Un articolo rimasto praticamente inoperoso per un lunghissimo periodo di tempo, per mancanza di richieste di asilo. Pochissimi sono stati gli stranieri che si sono rivolti all’Italia per chiedere asilo politico e/o umanitario.

Poi… sono arrivati “i barconi” e con essi il loro carico umano. Uomini e donne che fuggono dalla fame, da situazione di guerra, da dittature, ed allora ecco i nostri zelanti e solerti facitori di leggi inventarsi gabale varie per aggirare questo articolo. Si sono inventati di tutto, proprio tutto! Perfino il reato di clandestinità, si sono inventate delle prigioni e le hanno chiamate CIE, CPA ecc…


E noi assieme ai migranti, richiedenti asilo sfileremo in corteo

lunedì 27.1. a partire dalle ore 10,30

Con concentramento in Piazzale Trento per ricordare questo articolo della Costituzione.

Per chiedere che venga loro concesso il diritto d’asilo. Che venga loro concessa la possibilità di crearsi una condizione di umana dignità: per dirla con Brecht: Un essere umano, appunto perché essere umano ha bisogno, e quindi, il diritto, di avere da mangiare e un posto dove dormire!

Tutti coloro che l’antirazzismo intendono praticarlo e non solo predicarlo sono invitati a partecipare.

Unione Sindacale di Base Federazione Sardegna

7277