">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

Il fumo uccide

Il fumo uccide

(18 Agosto 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Il saccheggio del territorio)

Roma, difesa del suolo: salviamo il fosso Tre Fontane, no all’I-60

(7 Febbraio 2014)

MANIFESTAZIONE CITTADINA SABATO 8 ALLE 15: NO AL CEMENTO A GROTTAPERFETTA

stopI60

Buche, frane, smottamenti. E' sotto gli occhi di tutti il pietoso stato in cui i violenti temporali hanno ridotto Roma e mezza Italia. E sono nella mente di tutti le esortazioni del sindaco Marino a cambiare passo, a non costruire più. E' visto con favore da tutti il suo personale impegno a non concedere più permessi a costruire ove ciò costituisca un pericolo per il territorio. Nel caso di via di Grottaperfetta – stretta strada di collegamento tra l’Ardeatino e l’Eur - tali appelli sembrano parole al vento. Non si vuole rinunciare al folle progetto edificatorio conosciuto dai residenti come I-60, fondato su una datata previsione del Piano regolatore del 1962, che prevedeva per la zona 180mila metri cubi e che vedrebbe, oggi, più che raddoppiate le cubature (400mila mc) in virtù di presunti diritti compensativi vantati dai costruttori causa lo stop di qualche anno fa alla edificazione di Tormarancia. Il campanello d'allarme è scattato grazie ai numeri della previsione edificatoria: 34 palazzi di cui 19 ad otto piani, 120mila metri cubi a vocazione commerciale e turistica (alberghi), 5000 nuovi residenti e soltanto 3500 posti auto. Il tutto, ignorando importanti ritrovamenti archeologici: una strada romana in basolato perfettamente conservata, una villa urbana con pregevoli mosaici, un mausoleo e 40 tombe. Con un’incognita legata al Fosso delle Tre Fontane che si trova sull’area: tutelato per legge, si vuole far passare come interrato, come appare da alcuni documenti comunali, quando in effetti non è così.
Per questo i cittadini manifesteranno, sabato 8 dalle 15, in largo Bargellini, insieme ad ambientalisti, urbanisti, forze sociali e politiche, amministratori locali.
Qui di seguito le numerose adesioni sin qui pervenute:

AssoTutela, Legambiente, Cittadinanza Attiva, Paolo Berdini, Coordinamento Lotta per la Casa, Blocchi Precari Metropolitani, Presidio No Discarica Divino Amore, CSOA La Strada, Associazione Nessun Dorma, Ardita San Paolo, Movimento 5 Stelle, Partito della Rifondazione Comunista – Circolo Che Guevara, Partito dei Comunisti Italiani – Sezione Longo

Roma, 7 febbraio 2014

Coordinamento Stop I-60

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Appuntamenti sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Il saccheggio del territorio»

5908