il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Il Barone Rosso

Il Barone Rosso

(21 Luglio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Getronics: 131 lavoratori saranno trasferiti.

Ceduto un ramo aziendale alla Scoetà Alchera del gruppo Innotech di cui è presidente Roberto Schisano... che è anche presidente della Getronics.

(23 Gennaio 2005)

(Nino Stella) – La filiale italiana della Getronics(multinazionale olandese dell’informatica) dopo avere incassato milioni di euro di commesse pubbliche dalla Pubblica Amministrazione, dopo avere scaricato centinaia di lavoratori in cassa integrazione o nelle liste di “mobilità lunghe”scaricando gli oneri sociali ed economici sullo Stato, dopo avere concordato al Ministero dell’Industria “piani industriali” prontamente esaltati ed enfatizzati dai vertici sindacali di Fiom Cgil, Fim Cisl, Uilm adesso decide di attuare un vero e proprio piano di ristrutturazione(ovviamente legittimato e sostenuto dai vertici sindacali) che provocherà altri esuberi e trasferimenti di lavoratori.

E’ partita la procedura di cessione di un ramo aziendale Getronics denominato “Desktop On Site”(con valuta 18/2/2005) alla società Alchera specializzata nelle tecnologie per la comunicazione, erogazione di servizi interattivi per pubblica amministrazione, banche, imprese private.

I vertici sindacali di Fiom Cgil, Fim Cisl, Uil che “ufficialmente” incontreranno i vertici della Getronics il 28 gennaio prossimo parlano di “momenti difficili per l’azienda” e preparano assemblee-camomilla per far ingoiare un accordo già concordato da mesi che prevede esuberi e trasferimenti.
Alcuni delegati aziendali già stanno preparando il “terreno” utilizzando le tecniche di disinformazione preventive inviando email ai lavoratori dove si annunciano assemblee che dovranno ratificare accordi già concordati con i vertici aziendali.

Nello stesso tempo si fanno circolare volutamente i numeri che riguardano i lavoratori in esubero e da trasferire presso l’Alchera.
Si parla di 131 lavoratori(dei quali 9 campani).
Molto spesso si aumenta il numero che non è sempre quello reale, per poi, ridurlo dopo incontri sindacali-commedia ed eventualmente dare spazio sufficiente ai vari sponsor per “tutelare” le varie clientele aziendali.

I vertici sindacali, avevano promesso l’attuazione di piani industriali di sviluppo della Getronics.
Adesso avallano una vera e propria operazione che legittima la creazione di tanti spezzatini ed un vero e proprio business affaristico che mira a smantellare la professionalità di centianaia di lavoratori e lavoratrici ex Olivetti.

Del resto lo stesso Presidente della Getronics Roberto Schisano lo aveva detto pubblicamente che i lavoratori quarantenni ex Olivetti erano una palla al piede per i suoi affari e le sue ristrutturazioni.
Infatti, la Alchera è una società del gruppo Innotech spa (una società focalizzata sull’integrazione tra Internet e la televisione digitale terrestre).

Chi è il Presidente del Gruppo Innotech? Roberto Schisano.
In pratica l’attuale Presidente della Getronics sta spezzettando un’azienda non sua per poi acquistarla a prezzi di “favore” attraverso una sua “controllata”.
Un vero e proprio conflitto d’interessi che si realizza sulla pelle dei lavoratori e delle lavoratrici.
Che assomiglia molto alla vicenda della OP Computer altro spezzatino nato sulle ceneri dell’Olivetti, protagonista sempre Roberto Schisano, che dopo avere fatto fallire la società, affittava “rami aziendali”.

Una “grande operazione imprenditoriale” che è costato un amaro rinvio a giudizio per Schisano Il settore dell’informatica, una volta fiore all’occhiello del nostro Paese, è diventato il terreno di conquista di capitani di avventura e finanzieri senza scrupolo.

In nome della flessibilità del mercato del lavoro, della globalizzazione e del libero mercato.

E’ significativo e singolare il ruolo del sindacato.
“La Getronics ha fissato per il giorno 28 gennaio la riunione per discutere di questa cessione.Sicuramente la rappresentanza sindacale a valle del 28 pv indirà un’assemblea per informare i lavoratori sulle inziative da prendere”.
Con il solito linguaggio da piccolo burocrate sindacale, il delegato della Getronics di Napoli Claudio Mazzaro esercita la “democrazia” ed “informa” i lavoratori.

Un modo “moderno” e “concertativo” di intendere i lavoratori non come soggetti attivi in carne e ossa che devono decidere e se il caso anche mobilitarsi contro i soprusi e la violazione dei diritti, ma, numeri o matricole.

E’ probabile che i lavoratori si rivolgeranno tutti ad avvocati di fiducia perché non hanno un minimo di fiducia per un sindacato che è sordo e connivente con i vertici aziendali.

nino stella

6085