il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Primavera

Primavera

(8 Febbraio 2011) Enzo Apicella
4 bambini Rom muoiono nell'incendio della loro roulotte causato forse da una stufetta

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(La tolleranza zero)

Il comune di Salerno è nemico dei servizi di prima accoglienza.

(9 Aprile 2014)

L’Ostello Koinè e la Cooperativa Sociale rischiano di scomparire. L’Amministrazione De Luca rifiuta di continuare a provvedere all’affitto dei locali.

usbsalerno

“ Il sindaco Vincenzo De Luca ha deciso che il Koinè deve chiudere e che i nostri ospiti possono tornare a dormire per strada. ” È la dichiarazione di Antonella Pagnotta, presidente della Cooperativa Sociale che dal 1989 si occupa del servizio di accoglienza di extracomunitari e famiglie in difficoltà. L’ostello di via Napoletano potrebbe essere chiuso a giorni, a seguito del rifiuto da parte del Comune di continuare ad incaricarsi del pagamento dell’affitto. A destare sconcerto è la mancanza di volontà nell’individuare una soluzione alternativa che eviterebbe un disagio ulteriore a persone che già vivono uno stato di precarietà sociale. L’Unione Sindacale di Base ( USB Salerno ) è testimone dell’essenzialità del servizio offerto dal Koinè che da sempre vince battaglie di solidarietà nei confronti di soggetti con disagi abitativi. “ La nostra cooperativa è da 25 anni un esempio di centro sociale. Difenderla vuol dire difendere i principi di integrazione e senso civico ” - continua la Presidente Pagnotta – “ la città di Salerno non può rimanere indifferente a questa vicenda che deve essere abbracciata socialmente e politicamente. Noi siamo indignati e pretendiamo che l’Amministrazione ci fornisca risposte adeguate. Ci auguriamo che Vincenzo De Luca non si confermi un avversario dei servizi di accoglienza. ”

Salerno, 9 aprile 2014

USB Salerno

4653