il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

PER GRAMSCI

(27 Aprile 2014)

pergr

Nell'anniversario della scomparsa, avvenuta il 27 aprile 1937, il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo ricorda Antonio Gramsci.
*
Antonio Gramsci nacque ad Ales, in provincia di Cagliari, nel 1891. Muore a Roma il 27 aprile 1937. La sua figura e la sua riflessione, dal buio del carcere fascista, ancora illumina la via per chi lotta per la dignità umana, per un'umanità di liberi ed eguali. Opere di Antonio Gramsci: l'edizione critica completa delle Opere di Antonio Gramsci è ancora in corso di pubblicazione presso Einaudi. E' indispensabile la lettura delle Lettere dal carcere e dei Quaderni del carcere. Opere su Antonio Gramsci: nell'immensa bibliografia gramsciana per un avvio si vedano almeno le monografie di Festa, Fiori, Lajolo, Lepre, Paladini Musitelli, Santucci, Spriano. Un utile strumento di lavoro è l'edizione ipertestuale dei Quaderni del carcere in cd-rom a cura di Dario Ragazzini, Einaudi, Torino 2007, ed anche in supplemento a "L'unita'", Nuova iniziativa editoriale, Roma 2007. Alcuni siti utili: www.fondazionegramsci.org e www.gramscitalia.it
*
La riflessione, l'azione, la testimonianza di Gramsci costituisce un appello ineludibile alla lotta per la liberazione dell'umanità, alla difesa nitida e intransigente della dignità e dei diritti di ogni essere umano, alla scelta dell'universale solidarietà, costituisce uno dei contributi maggiori alla teoria e alla pratica della nonviolenza.
Oppresse e oppressi di tutti i paesi, unitevi.
Solo la nonviolenza può salvare l'umanità.

Viterbo, 27 aprile 2014

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «La nostra storia»

Ultime notizie dell'autore «"Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo»

5643