il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Trayvon

Trayvon

(20 Luglio 2013) Enzo Apicella
Assolto il vigilante George Zimmerman che nel 2012 uccise il 17enne nero Trayvon Martin

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Storie di ordinaria repressione)

  • Senza Censura
    antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

BRUSHWOOD (2007) REWIND (2014), IL 9 LUGLIO COME IL 23 OTTOBRE?

(4 Luglio 2014)

Sembrerebbe da notizie in nostro possesso, che i giudici della Procura della Repubblica di Perugia si siano riuniti e in modo unanime, si siano espressi per l’arresto in carcere di Michele, probabilmente già nella giornata di mercoledì prossimo, 9 luglio. Quindi, secondo queste informazioni, ci sarebbe un no alla sospensione della pena, un no ai domiciliari, un no ad altre misure alternative.

Avendo già Michele passato 9 mesi in carcere, tra isolamento e detenzione di massima sicurezza (e altri quattro mesi tra domiciliari e semilibertà) c’è il rischio concreto di una nuova carcerazione che vada da un minimo di 5, 6 mesi, fino ad un anno, ovvero il tempo rimanente per giungere ai due anni e tre mesi della condanna definitiva in cassazione.

Se così sarà a quasi sette anni di distanza dal quel 23 ottobre 2007, questo pervicace atteggiamento dell’apparato giudiziario non potrà che apparire che una rivalsa per aver chiesto 9 anni e averne ottenuti 2, per aver chiesto il reato di associazione terrorista e averlo visto svanire nel nulla, piuttosto che un onesta applicazione della legge.

D’altronde in un paese dove un ricco capitalista e potente uomo politico (Berlusconi) condannato a 4 anni di carcere per reati fiscali (ma ovviamente mai arrestato) viene ricevuto dal Presidente del Consiglio (Renzi) per concertare insieme le future Istituzioni del paese, come stupirsi se un anarchico disoccupato condannato a 2 anni, verrà portato in carcere dopo sette anni e 400 giorni di arresti preventivi.

Eppure in questi sette anni Michele si è sposato, si è laureato, ha fatto il servizio civile presso una associazione ambientalista, collabora con una Casa Editrice ed è pure diventato celiaco, ma è rimasto anarchico, e questo, a nostro modo di vedere, è ciò che orienta i giudici al carcere, visto il diverso trattamento degli ex presidenti del Consiglio, degli ex Presidenti della Regione, dei Generali.

Lunedì 7 luglio, alla Casa Rossa, alle ore 17,30 per iniziare, se sarà necessario, una mobilitazione permanente.

Comitato 23 Ottobre

3928