il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

L'esercito "più morale del mondo"... festeggia

L'esercito

(17 Settembre 2009) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Palestina occupata)

SOLIDARIETA’ AL POPOLO PALESTINESE!
FERMIAMO IL MASSACRO A GAZA!

(18 Luglio 2014)

gazamassacre

Dopo la strage di bambini palestinesi – ennesima dimostrazione della natura guerrafondaia, razzista e terrorista dello stato sionista – è iniziata l’invasione della striscia di Gaza, che segna un’escalation dell’aggressione contro il popolo palestinese.
Da settimane scorre il sangue palestinese. Si sono susseguiti più di 2500 attacchi aerei, centinaia di donne, uomini e ragazzi palestinesi sono stati massacrati nelle case e negli ospedali, decine di migliaia sono gli sfollati.
Il bilancio si aggrava di ora in ora.
E’ chiaro che la provocatoria uccisione dei tre coloni, rapiti in un settore iper-controllato da Israele, è stata un pretesto per far cadere sotto le bombe il governo d’unità nazionale palestinese costituito dopo l’accordo di riconciliazione fra l’Autorità palestinese e Hamas.
Questi crimini di guerra – altro che operazioni difensive! - sono perpetrati grazie al silenzio e alla complicità della “comunità internazionale”.
Gli USA continuano a spedire ogni giorno 10 milioni di dollari di aiuti, per lo più militari, a sostegno dell’occupazione sionista e per far svolgere a Israele il ruolo di cane da guardia imperialista del Medio Oriente.
L’UE incoraggia l’attività criminale dello stato di Israele mettendo sullo stesso piano vittime e carnefici, occupati e occupanti, rafforzando le relazioni politiche, economiche e militari con Israele.
L’Italia si distingue per essere il primo paese UE fornitore di sistemi militari allo stato sionista, quelle stesse armi utilizzate per massacrare i bambini di Gaza.
In questa situazione i palestinesi continuano legittimamente a resistere, a difendersi, senza piegarsi alla violenza e ai ricatti sionisti.
Al loro fianco, decine di migliaia di lavoratori e di giovani in diverse città sono scesi in piazza protestando contro la politica di guerra sionista e imperialista.
E’ necessario continuare la mobilitazione in modo più ampio, unitario e combattivo.
Condanniamo energicamente Israele per i crimini commessi ed esigiamo la cessazione immediata della criminale offensiva militare israeliana e la fine del blocco genocida di Gaza!
Manifestiamo il nostro sostegno alla resistenza palestinese e esigiamo la liberazione dei prigionieri politici palestinesi!
Condanniamo il vergognoso silenzio e la complicità del governo e delle autorità italiane!
Esigiamo la cancellazione degli accordi di associazione UE-Israele e di cooperazione militare fra Italia e Israele! Basta con la vendita di armi a Israele! No alla presenza di Israele nell’Expo 2015!
Israele deve ritirarsi dai territori occupati, per una Palestina libera e indipendente!

18 luglio 2014

Piattaforma Comunista

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Palestina occupata»

Ultime notizie dell'autore «Piattaforma Comunista»

3270