il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Italy Today

Italy Today

(21 Agosto 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Stato e istituzioni:: Altre notizie

ELEZIONI REGIONALI, CARTOLARIZZAZIONI, DERIVATI: NON BASTA STARE ALL’OPPOSIZIONE, BISOGNA RIFUGGIRE DAL REGIME PD

(19 Luglio 2014)

In questi giorni il bilancio della Regione Liguria è salito alla ribalta quale dimostrazione di una vera e propria “opacità” (al punto da far temere di peggio) nella tenuta dei conti pubblici.
Sono avvenuti due fatti: il primo la transazione a Londra dei cosiddetti “derivati” presenti da qualche anno nelle poste dei rendiconti della Regione. La transazione è avvenuta con la “famosa” finanziaria giapponese Nomura: dalle notizie giornalistiche non è apparso chiaro quanto deficit la Regione Liguria abbia accumulato in questa spericolata operazione di “finanza creativa”. L’impegno era di 420 milioni, il ricavato di 191, pare, non spendibile per investimenti ma soltanto per emettere titoli al fine di recuperare il resto. Se la cosa non riuscisse, alla fine, la “rimessa” ammonterebbe agli interi 420 milioni.
Poche ore dopo questo fatto è stata resa nota la sentenza della sezione regionale della Corte dei Conti che, nella sede della cosiddetta “parifica” di bilancio, ha chiesto la “riorganizzazione dei conti” per circa 200 milioni. Al centro della richiesta della Corte un’operazione di cartolarizzazione (con la Regione protagoniste l’ARTE e la molto ben amministrata, com’è ormai tristemente noto, CARIGE).
Anche in questo caso addentrarsi nei particolari risulta molto complicato.
Ci interessa, però, un dato politico generale: cartolarizzazioni e derivati rappresentano i due punti più “oscuri” della gran parte dei bilanci delle Regioni e degli Enti Locali. Bilanci che, nel caso specifico delle Regioni, presentano deficit spaventosi per via del fallimento epocale delle operazioni di decentramento proprio a livello regionale di Sanità e Trasporti.
Appare del tutto preoccupante, tra l’altro, la dichiarazione nel merito della vicenda relativa al bilancio della Regione Liguria rilasciata dall’Assessore Rossetti che dichiara “proseguendo nella vendita di immobili..”. Sia chiaro nessuno vende niente, significa continuare la pratica della cartolarizzazioni, una pratica che può ben essere giudicata delittuosa con riferimento, naturalmente, non alla Liguria ma al quadro generale di questa disastrosa politica di bilancio.
Si dovrebbe chiedere a tutte le sezioni regionali della Corte dei Conti una sorta d’ispezione straordinaria sui bilanci della Regioni (vero e proprio “buco nero” della spesa pubblica italiana) in modo da rendere pubbliche le cifre di queste due voci che rappresentano i fattori di maggiore falsificazione della realtà finanziaria degli Enti, occultando il deficit e lasciando aperte le porte a operazioni tali da suscitare almeno gradi perplessità.
In ogni caso, in vista delle elezioni regionali 2015 (ma il turno elettorale in Emilia – Romagna sarà già a ottobre per via delle dimissioni di Errani) sarebbe bene che i partiti che pensano di entrare in lizza chiedessero con vigore i conti precisi e, in ogni caso, non si tratta semplicemente di “opporsi senza se e senza ma” al regime PD e al suo sistema di potere, ma proprio rifuggirlo”. A buon intenditor... in particolare a quelli che cercheranno di svegliarsi all’ultimo momento dopo essere stati in giunta 5 anni facendo passare tutto e il contrario di tutto (magari uscendo dalla sala della giunta per bisogni impellenti nel momento in cui arrivavano sul tavolo le pratiche più spinose) e si riscoprono vergini combattenti il nuovo regime. Diffidare. Diffidare da personaggi di tal fatta.

Patrizia Turchi e Franco Astengo

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie dell'autore «Patrizia Turchi»

3057