il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Attacco alla USS Liberty

Attacco alla USS Liberty

(8 Giugno 2012) Enzo Apicella
Il 9 giugno 1967, durante la guerra dei sei giorni, i caccia israeliani colpiscono una nave spia della marina Usa: 37 morti e 170 feriti.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Palestina occupata)

Israele ha causato 5 miliardi di dollari di danni alle abitazioni e alle infrastrutture di Gaza

(6 Agosto 2014)

Maan. L’offensiva di Israele su Gaza ha causato oltre 5 miliardi di dollari di danni alle abitazioni e alle infrastrutture nella Striscia, ha dichiarato lunedì il ministro dei Lavori pubblici.

Il ministro Mufid al-Hasayneh, residente a Gaza, ha dichiarato a Ma’an che la cifra è destinata a salire poiché l’aggressione continua.

Circa 10.000 case sono state completamente distrutte e 30.000 parzialmente, ha detto al-Hasayneh.

“Le tre aree che hanno subito la distruzione più importante sono Shujaiyya, Beit Hanoun e Abasan“,”ha spiegato il ministro.

“Le squadre del ministero erano incredule quando sono arrivate a Shujaiyya, dove vivono circa 110.000 persone. Il 60 per cento delle case è stato completamente distrutto, in particolare quelle nella parte est del quartiere”.

Il ministro ha detto che serviranno 5 miliardi di dollari per ricostruire soltanto gli edifici”, non considerando i beni, come i mobili e le auto.

“L’offensiva ha distrutto edifici appartenenti a governatorati di Gaza, oltre a stazioni di polizia e a edifici della sicurezza nazionale”, ha aggiunto

Anche i contenitori diesel appartenenti alla centrale elettrica di Gaza sono stati distrutti.

Al-Hasayneh ha aggiunto che i ”contenitori costeranno 25 milioni di dollari, inoltre ci sono dieci linee elettriche che alimentano Gaza e sono fuori uso”.

Ha aggiunto che il 70 per cento dei pozzi d’acqua sono stati completamenti distrutti, oltre alla perdita delle rete idrica”.

Secondo i dati delle Nazioni Unite, fino a 485.000 persone - un quarto della popolazione di Gaza - sono state costrette a lasciare le loro case durante l’attacco contro la Striscia.

Molti di loro torneranno e troveranno le loro case distrutte o danneggiate.

Traduzione di Edy Meroli

Agenzia stampa Infopal

4894