il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Chi non occupa preoccupa)

NO ALLA DISTRUZIONE DEGLI SPAZI AUTOGESTITI DELLA SOLIDARIETA’ SOCIALE E DEI SAPERI ANTAGONISTI!

(27 Agosto 2014)

noalladistruzione

L'operazione che ha raso al suolo la sede di Hobo Bologna al giardino Filippo Re, avvenuta in questo mese di agosto, è l'ennesima dimostrazione di come l ‘UNIBO, di marca PD, di fronte alla costruzione di spazi autonomi di autorganizzazione in grado di intervenire su problemi reali sempre più pressanti, sappia rispondere solo in modo violento e repressivo.
Il processo di normalizzazione che sta coinvolgendo l'università parte col tentativo di distruggere le esperienze come quella di Hobo e più in generale di tutti i luoghi di aggregazione rimasti dentro o fuori l'università.
Il gesto, le modalità, i tempi dimostrano non solo la vigliaccheria di chi ha preso la decisione, ma anche e soprattutto la prosecuzione di quel meccanismo di privatizzazione della formazione e del restringimento del suo accesso, che ha determinato in questi anni un logico e giusto conflitto sociale.
In questa città e nella sua università, il ripristino della legalità a senso unico, ossia: a solo uso e consumo di baroni e potentati locali, è il valore fondamentale da imporre con arroganza, a scapito di chi si mobilita per impedire il disfacimento dell'istruzione, a fianco delle famiglie sgomberate o minacciate di sgombero dalle loro case, con le lavoratrici e i lavoratori che vengono caricati mentre bloccano i cancelli dei magazzini in cui lavorano.

Esprimiamo solidarietà a Hobo e promettiamo un autunno molto caldo.

SE TOCCANO UN* TOCCANO TUTT*!

Ross@ Bologna

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Chi non occupa preoccupa»

Ultime notizie dell'autore «Ross@»

5395