il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Violenza sulle donne

Violenza sulle donne

(27 Febbraio 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Getronics: Manifestazione di lotta davanti all'Ambasciata Olandese a Roma

I lavoratori Getronics presidiano massicciamente l'ambasciata olandese

(21 Marzo 2005)

Pubblichiamo il comunicato redatto dalla RSU di Roma della Getronics.
E' significativo la scelta di nominare un collegio di avvocati per denunciare alla Procura della Repubblica i vertici della multinazionale olandese in merito al trasferimento di ramo aziendale con evidente conflitto d'interesse.

COMUNICATO A TUTTI I LAVORATORI GETRONICS PIENO SUCCESSO DELLA MOBILITAZIONE DEI LAVORATORI RICHIESTO L’INTERVENTO DEL GOVERNO OLANDESE E DEL PRESIDENTE DELLA GETRONICS OLANDA TRAMITE L’AMBASCIATORE A ROMA

La piena riuscita dello sciopero dei lavoratori delle sedi del Centro-Sud, di Venerdì 18, e del presidio dell’ l’Ambasciata dei Paesi Bassi di Roma, ha permesso di portare a termine, con successo, un’ulteriore tappa delle iniziative che le Rappresentanze Sindacali Unitarie, insieme alle OO.SS. FIOM, FIM e UILM, hanno deciso di porre in essere al fine di impedire l’attuazione dello scellerato piano aziendale che mascherato da cessioni di rami, nei fatti pone le basi per uno smantellamento graduale dell’azienda ed una messa in liquidazione dei lavoratori. L’iniziativa di Roma, che ha visto la partecipazione di numerosi lavoratori e di varie delegazione del Centro Sud, tra cui, quella Campana, Marchigiana, Umbra, Pugliese e Siciliana, si è concretizzata in un incontro con l’Ambasciatore Olandese, Dott. Ronald H. Luodon, oltre che con l’addetto d’Affari Economici della stessa Ambasciata. La delegazione ha chiesto ed ottenuto un intervento del Diplomatico presso il Governo Olandese per rappresentare, ai vertici della Corporate, una situazione di grave pericolo occupazionale, di sviluppo e di immagine della stessa società nel nostro Paese, per effetto dei provvedimenti che lo “staff Schisano” vuole adottare. L’efficacia degli argomenti rappresentatati dalla delegazione, nonché le testimonianze tratteggiate, relative alla illegittimità della procedura, al conflitto di interessi (e quindi sospetti di leicità) ed alla possibile fuoriuscita di Getronics dall’Italia, hanno spinto lo stesso Ambasciatore ad impegnarsi per interrogare, direttamente, i vertici della Società Olandese. Riteniamo importante sottolineare, che anche lo stesso diplomatico, ha invitato la delegazione e le OO.SS. ha ricercare un dialogo diretto con la Corporate Olandese, oltrepassando i vertici di Getronics Italia, la cui fama, pensiamo noi, abbia ormai superato, le Alpi. Ora l’iniziativa prosegue più forte di prima, anche in presenza di una precisa volontà aziendale, volta a riaprire la procedura di cessione. E’ stato formato il collegio di avvocati che impugnerà la procedura dinnanzi alla Procura della Repubblica e gli eventuali trasferimenti individuali. INVITIAMO TUTTI I LAVORATORI A NON SOTTOVALUTARE LA PORTATA E LE FINALITA’ DELLE INIZIATIVE DEI VERTICI DI GETRONICS ITALIA. UNA SOCIETA’ INFORMATICA, COSI’ COME SI INTENDE STRUTTURARE IN FUTURO, NON REGGE! NON REGGE NEI NUMERI, NELL’ASSETTO E PURTROPPO NON REGGE NEL MERCATO. MA, ABBIAMO IL TIMORE, CHE I NOSTRI DIRIGENTI……… LO SAPPIANO. E’ per questo che oggi siamo obbligati e convinti più che mai sulla necessità di continuare a batterci per il nostro posto di lavoro e per il nostro futuro.

LA LOTTA PROSEGUE!

RSU GETRONICS ROMA FIOM FIM E UIL

Nino Stella

6803