il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Roma. Il Parlamento

Roma. Il Parlamento

(22 Novembre 2010) Enzo Apicella
Il vertice Nato di Lisbona decide di trasferire in Italia le atomiche americane che gli altri paesi europei non vogliono più

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Senza casa mai più!)

ASIA-USB DI MESSINA IMPEDISCE UN ALTRO SFRATTO E DENUNCIA I RITARDI DEL COMUNE!

(15 Gennaio 2015)

asiausb

Si è svolto oggi, giovedì 15 Gennaio 2015, il quinto accesso di sfratto esecutivo forzato per la famiglia M.
Ma grazie alla trattativa portata avanti dall’ Asia Usb –Associazione Inquilini e Abitanti, si è riusciti ad avere un rinvio al 5 Febbraio 2015.
Ricordiamo che la famiglia in questione a Novembre del 2013 è riuscita ad entrare in graduatoria per l’ottenimento di una casa popolare , attualmente si trova al numero 47 della graduatoria ufficiale.
Pertanto riteniamo ingiusto che a causa di un ritardo del Comune di Messina ,una famiglia con minori tra cui una bambina disabile , si ritrovi buttata fuori di casa senza poter beneficiare di un suo diritto acquisito , ovvero , la tanto desiderata ed attesa casa popolare.
Riteniamo altresì paradossale la proposta relativa ai mesi scorsi , nella quale l’Amministrazione Comunale predisponeva per la mamma e la bambina disabile, l’inserimento in una “Casa Famiglia” ,ignorando cosi non solo la propria responsabilità, ma anche un diritto alla casa acquisito ,trovando come soluzione piu’ facile quella di smembrare la famiglia.
A questa proposta la famiglia M. si è categoricamente opposta , trovando in Asia Usb un forte sostegno.

Ci auspichiamo per il bene della famiglia e della bimba ,che il Sindaco ponga in essere la promessa relativa alla giornata di ieri 14 Gennaio , dove si impegnava ( ma solo verbalmente ) di adoperarsi in tempo massimo una settimana per l’assegnazione di una casa.

L’ Asia Usb – Associazione Inquilini e Abitanti pone un interrogazione fondamentale al Comune di Messina che mesi fa si impegnava predisporre a beneficio degli aventi diritto cosi come prevede l’Art.6 comma 5 legge 124/13 Morosità incolpevole ad erogare una somma pari a 50 mila euro nel 2014 e 50 mila euro nel 2015. Somma che attualmente è in loro possesso ma che fino ad oggi i cittadini morosi incolpevoli ancora ne attendono l’ erogazione .
Si ricorda al Comune che i loro ritardi sono fonte di gravissimi danni per i conduttori incolpevolmente sottoposti ai rinvii di sfratto che certamente non risolvono il disagio abitativo, ma lo tamponano semplicemente.
Ricordiamo altresì che l’attuazione del Decreto 124/13 non richiedeva , per la sua materiale esecuzione, l’emanazione di ulteriori regolamenti comunali .Pertanto riteniamo il ritardo dell’Amministrazione inutile e pericoloso.

Coordinamento Provinciale ASIA USB Messina

4348