il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Verso la vittoria

Verso la vittoria

(6 Ottobre 2012) Enzo Apicella
Domenica 7 ottobre elezioni presidenziali in Venezuela

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(La rivoluzione bolivariana)

SOLIDARIETÀ AL POPOLO E AL GOVERNO DELLA REPUBBLICA BOLIVARIANA DEL VENEZUELA

(29 Marzo 2015)

solidarietavenezuela

L'Associazione nazionale Nuova Colombia esprime piena solidarietà al popolo e al governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela, di fronte al chiaro tentativo condotto dal governo degli Stati Uniti, in
collaborazione con l’estrema destra golpista venezuelana e internazionale, di creare le condizioni per un rovesciamento delle istituzioni legittime del paese.

La decisione del presidente Obama di qualificare il Venezuela come una minaccia “straordinaria” alla sicurezza nazionale degli USA, emettendo un decreto esecutivo di “Stato d'Emergenza”, non solo rappresenta una volgare manipolazione della realtà con fini politico-mediatici, tanto assurda e sfacciata da costituire un insulto all'intelligenza dei popoli del mondo, ma è altresì un passo nella direzione di un
intervento diretto nordamericano che si inserisce nella più buia tradizione dei rapporti tra la potenza egemone del nord e l'insieme dei paesi della regione. Tradizione interventista e violenta che annovera invasioni militari, golpes, guerre sporche e promozione del terrorismo di Stato, addestramento alla crudeltà e alla tortura di
forze militari repressive alla Scuola delle Americhe, imposizione della dottrina della “sicurezza nazionale” e del nemico interno, omicidi di capi di Stato e di governo, sabotaggi economici e ogni forma di ingerenza negli affari interni dei paesi del continente.

La dichiarazione di minaccia per la sicurezza degli USA sembra un passaggio propedeutico allo scatenare una guerra di rapina del tipo di quelle condotte contro Libia, Iraq e Siria. E rappresenta, nel caso venezuelano, l'ultimo anello di una catena di atti ostili, che negli ultimi 15 anni ha visto combinare contro il Venezuela quasi tutte le forme di aggressione possibili, con un ritmo ulteriormente incrementato dal giorno in cui il Presidente Maduro ha ricevuto dal Comandante Chávez, nelle proprie mani, la spada di Bolívar.

Nella lunga sequela di tentativi di destabilizzazione e di ribaltamento violento sofferti dalla Rivoluzione Bolivariana, ha sempre svolto un ruolo attivo il regime terrorista colombiano, vero pilastro degli interessi imperialisti nel continente; regime che, se da una parte ha chiesto al Venezuela di facilitare il dialogo con le FARC-EP di fronte all'impossibilità di vincerle militarmente, dall'altra non ha mai smesso di considerare la presenza della Repubblica Bolivariana come un pericolo strategico.

È del tutto evidente che l'eventuale rovesciamento del governo popolare venezuelano produrrebbe immediatamente l'effetto di far naufragare il processo di pace in corso all’Avana, e obbligherebbe il popolo venezuelano a condurre una vera e propria guerra di liberazione nazionale, con implicazioni regionali e continentali.

La coscienza, la preparazione del popolo venezuelano e la solidarietà dei popoli e dei paesi del mondo, possono respingere l'offensiva nei confronti delle istanze di sovranità e di giustizia sociale incarnate dal governo del presidente Maduro, e impedire che anche il Venezuela venga disseminato di fosse comuni e il suo popolo afflitto dalla indicibile barbarie oligarchica e paramilitare che ha dovuto sopportare il popolo colombiano.

Avanti lungo il cammino della seconda e definitiva indipendenza!

Milano, 27 marzo 2015

Associazione nazionale Nuova Colombia

7544