">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Osteria del Vaticano

Osteria del Vaticano

(17 Febbraio 2012) Enzo Apicella
Il 17 febbraio 1600 Giordano Bruno veniva bruciato vivo dopo la sentenza di condanna del Sant'Uffizio

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • Altri balzelli antipopolari in arrivo
    (21 Maggio 2024)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (L'oppio dei popoli)

    La scuola del rispetto e della diversità: chi ha paura del gender?

    (19 Maggio 2015)

    comitatagiordanabruna

    Comitata Giordana Bruna

    In risposta a tutti gli attacchi omofobi e integralisti organizzati in questi mesi a Verona e Provincia la Comitata Giordana Bruna
    VI INVITA ALLA CONFERENZA PUBBLICA DI INFORMAZIONE

    Giovedì 21 maggio 2015 / ore 20.30 - Sala Elisabetta Lodi- San Giovanni in Valle - Verona

    La scuola del rispetto e della diversità: chi ha paura del gender?

    Una società democratica fondata sull’uguaglianza, sulle pari opportunità e sull’inviolabilità dei diritti fondamentali non può limitarsi all’enunciazione di principi astratti e generali. La maggior parte dei paesi dell’Unione Europea ha, da diversi anni, adottato delle misure concrete di riconoscimento dei diritti delle minoranze sessuali e promosso programmi ministeriali di lotta a tutte le forme di discriminazione sul lavoro, nella società e a scuola.

    In Italia, le resistenze che il legislatore
    ha opposto alle richieste dell’Unione Europea di mettere in atto una vera e propria politica di lotta alle discriminazioni e di educazione alla diversità hanno favorito l’emergenza di movimenti tradizionalisti, reazionari e conservatori appartenenti all’ala del cattolicesimo integralista, che denunciano la diffusione della cosiddetta “teoria o ideologia del gender”. Mobilitati su tutto il territorio nazionale con azioni che vanno dalle veglie delle Sentinelle in piedi alle conferenze pseudo-scientifiche di psicologi, medici e avvocati promotori delle teorie riparative per le persone omosessuali, difensori della “famiglia naturale”, antiabortisti e antifemministi, questi gruppi stanno infiltrandosi nelle scuole per contrastare gli interventi educativi che sono contro le violenze legate al genere e all’orientamento sessuale.

    La Comitata Giordana Bruna, nata per attirare l’attenzione sulla nocività di questi movimenti e di questi individui per l’integrità della scuola laica e repubblicana, invita la cittadinanza a una Conferenza Pubblica di Informazione per meglio comprendere i temi attualmente al centro del conflitto sociale e politico, e per dibattere del modello di democrazia che questi duri attacchi di stampo ultra-reazionario stanno mettendo in serio pericolo.

    Intervengono

    Dott. Lorenzo Bernini, ricercatore in filosofia politica (Università degli Studi di Verona)
    “Teoria del gender” e studi di genere: istruzioni per l’uso

    Dott. Massimo Prearo, sociologo dei movimenti sociali (Università degli Studi di Verona)
    Movimenti “no gender”: chi sono, cosa fanno, cosa vogliono?

    Dott.ssa Annalisa Zabonati, psicologa e psicoterapeuta
    Interventi educativi di contrasto alle discriminazioni di genere in ambito scolastico: alcuni esempi


    SEGUE DIBATTITO

    aderiscono: Circolo Pink Verona, Collettivo Anguane, TransFormazione, Laboratorio Autogestito Paratodos, Arcigay Verona,
    Comitato per i diritti delle prostitute, Maurice GLBTQ Torino, Queersquilie, Anet.

    ComitatA GiordanA BrunA

    Fonte

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Ultime notizie del dossier «L'oppio dei popoli»

    6971