il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

PRIMA PAGINA

  • PICCOLA RUMINAZIONE IN LODE DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI CHE IN QUESTI GIORNI...
    (UN DISCORSO FATTO A VITERBO NELL'ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DI ALFIO PANNEGA)
    (21 Settembre 2019)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Lotte operaie nella crisi)

    Lotte del settore auto in Turchia: "Noi non vogliamo i sindacati. Abbiamo istituito consigli operai"

    (15 Giugno 2015)

    lotteautoturchia

    Gli attuali scioperi nel settore automobilistico nella città turca Nord-Ovest di Bursa sollevano molte domande interessanti che riguardano sia i comunisti che operai militanti in generale.

    Al momento in cui scriviamo (18 maggio), ci sono quattro fabbriche in sciopero, Renault, Tofas (joint venture con Fiat) Coskunuz e MAKO (entrami fornitori di componenti per auto) supportati da oltre 15.000 lavoratori. Lo sciopero è iniziato alla Renault sul turno di notte giovedi scorso (14 maggio), con tutta la forza lavoro di 5.000 che si è unita poichè il loro turno li ha costretti ad andare avanti, e da allora si è diffuso alle altre tre fabbriche, con altre fabbriche che hanno dichiarato che si uniranno allo sciopero nei prossimi giorni.

    I lavoratori di tutti gli impianti avanzano tre richieste principali: la prima è un contratto uguale a quello ottenuto in seguito alla minaccia di uno sciopero alla Bosch nel mese di aprile che prevede un aumento di stipendio del 60%, la seconda che non ci siano ritorsioni sui lavoratori impegnati nella lotta, e, l'ultima la rimozione del sindacato Türk-Metal dalle loro fabbriche assieme al diritto di poter scegliere i loro propri rappresentanti.

    La città di Bursa è una delle città più industrializzate della Turchia, e il principale centro di produzione automobilistica, che è il settore di esportazione più grande della Turchia, oltre ad essere la sede di molti altri settori industriali. Gli operai in altre fabbriche della città hanno sostenuto gli scioperanti con dimostrazioni, e si parla di disordini in impianti automobilistici nella vicina città di Izmit.

    Questo è stato un periodo di forte tensione nel settore metalmeccanico turco con tanta rabbia espressa contro non solo il principale sindacato Türk-Metal, ma anche contro il più piccolo, più di sinistra, Birlesik Metal-IS. Türk-Metal è spesso definito come una sanguisuga dai lavoratori, e gli eventi di Bosch ad aprile hanno comportato che il personale dimissionario da questo sindacato si unisse alla Birlesik metallo, per poi ricongiungersi più tardi alla Türk-Metal. Le dimissioni da Türk-Metal alla Renault sono cominciate all'inizio di maggio, e hanno condotto ad un breve sciopero, che si è concluso con il reintegro di 16 lavoratori licenziati per aver lasciato il sindacato.

    Gennaio ha visto anche uno sciopero nazionale metalmeccanici indetto dai Birlesik Metallo vietato dal governo come contro ' l'interesse nazionale '. Il secondo giorno il sindacato ha ordinato ai lavoratori di tornare al lavoro, anche se alcuni lavoratori hanno continuato a protestare e lottare.

    Due cose spiccano su questa lotta. Il primo è il modo in cui si è diffuso rapidamente in tutto il settore, e sembra aver mobilitato la classe operaia della città nel suo complesso. Molte altri impianti industriali hanno dimostrato e hanno offerto supporto. Le mogli degli scioperanti hanno dimostrato e marciato verso la fabbrica.

    Ovviamente i lavoratori sono più forti quando combattono insieme. Il dinamismo della velocità con cui questa lotta si sta diffondendo sta spaventando sia la direzione dell'azienda che lo Stato stesso. Il governatore locale ha cercato di intervenire, e la direzione sia di Renault che di Tofas hanno denunciato una battuta d'arresto (blocco) della produzione.

    Il secondo è il rifiuto completo del sindacato. Türk-Metal è il più grande sindacato singolo della Turchia, e membro del Turk-Is, la più grande federazione sindacale. Persino per i parametri della Türk-IS confederazione, di orientamento di destra e nazionalista, Türk-Metal è un'unione particolarmente disgustosa con una storia di utilizzo di teppisti per attaccare i lavoratori.

    I lavoratori alla Renault hanno creato la loro propria commissione con i lavoratori in altre fabbriche, il che indica che il comitato di Renault li rappresenta tutti. Ciò mette in evidenza non solo che i lavoratori prendono la lotta nelle loro proprie mani, ma dimostra anche una volontà di non dividersi impianto per impianto. I giorni a venire ci consentiranno di verificare se questa unità potra essere mantenuta e se lo sciopero potrà continuare a diffondersi.

    Devrim Valerian, 2015-05-18

    Martedì, June 2, 2015

    Partito Comunista Internazionalista - BATTAGLIA COMUNISTA

    4628