il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Capitale e lavoro:: Altre notizie

BASTA MINACCE, BASTA RICATTI
ALLE/AI DIPENDENTI DI ROMA CAPITALE
E' ORA DI REAGIRE CON DECISIONE!

(21 Giugno 2015)

logousi

La sceneggiata realizzata dal MEF con la complicità dei media e non solo, ha riproposto il falso e offensivo stereotipo dei dipendenti comunali che ricevono soldi per non fare nulla. Pur se quei 350 mln (ma quali calcoli hanno fatto? la cifra è incredibilmente alta) non saranno recuperati gradualmente e mensilmente dai nostri miseri stipendi, la mossa ha comunque raggiunto notevoli risultati.
Primo: aizzare nuovamente l'opinione pubblica
e le/i lavoratrici/ori non pubblici contro le/i dipendenti di Roma Capitale, per creare consenso
a prossime misure punitive, contrattuali e di altro genere.
Secondo: suggerire alla Giunta Marino, anche grazie allo spauracchio della Corte dei Conti, l'utilizzo della minaccia di una possibile cancellazione del salario accessorio per i prossimi 5 anni (o un suo dimezzamento per 10 anni).
Terzo: spaventare la massa delle/dei dipendenti capitolini, per far loro accettare senza fiatare il "nuovo" contratto decentrato scritto dall'Amministrazione - praticamente, è quasi la fotocopia della Preintesa bocciata a grande maggioranza dal referendum di marzo.
E' indegno e inaccettabile questo accanimento, basato tra l'altro su una enorme bugia, fatta propria da certi organi di informazione: secondo il ministero, TUTTO il personale di Roma Capitale avrebbe rcevuto i soldi del salario accessorio senza fare il proprio dovere.
La realtà è l'opposto: la banda di Mafia Capitale, ben infiltrata nelle alte sfere del Campidoglio, ha lucrato e rubato per anni i soldi pubblici, i soldi di cittadine/i e lavoratrici/ori; i drastici tagli di bilancio decisi dalla Giunta e dalla maggioranza del Consiglio di Roma Capitale colpiscono solo in minima parte sprechi e inefficienze; in massima parte, riducono i fondi per i servizi pubblici cittadini, senza toccare gli stipendi dei dirigenti, né le consulenze esterne o discutibili progetti affidati a privati. E adesso vorrebbero farci pagare ancora di più i disastri di amministrazioni inefficienti e/o corrotte, dopo le riduzioni causate dal contratto decentrato unilaterale, stipendi ormai prossimi alla soglia ufficiale ISTAT di povertà!
Noi non ci stiamo e diciamo no! Vogliamo un contratto equo, senza essere sottoposti ai giudizi arbitrari dei dirigenti, ma criteri oggettivi per ricevere premi di produttività e indennità per il nostro lavoro, svolto con onestà e scrupolo; investimenti per le necessità della cittadinanza e per migliorare davvero la qualità dei servizi pubblici comunali; assunzioni immediate dei vincitori di concorso; contratti a tempo indeterminato per i precari; garanzia del posto di lavoro e del salario per le/gli oltre 30mila lavoratrici/ori di aziende e società parteciate, come per le/gli oltre 10mila delle cooperative sociali e del terzo settore, a rischio per lo smantellamento di importanti servizi sociali alla cittadinanza; e, naturalmente, vogliamo cacciare politici e amministratori corrotti e collusi.

Per tutto questo e per la nostra dignità, l'USI chiama tutte/i a una grande mobilitazione, insieme ai sindacati che non accettano i ricatti dell'Amministrazione capitolina (del tipo: "Firmate subito 'sto contratto senza fare storie"), per iniziare a costruire all'inizio di Luglio uno sciopero cittadino che blocchi la Capitale e dimostri l'importanza e la necessità del nostro lavoro.
NON SIAMO PIU' DISPOSTI A SUBIRE, ALZIAMO LA VOCE PER FARCI SENTIRE
E' TEMPO ORMAI DI RIBELLARSI !

Assemblea cittadina dipendenti di Roma Capitale in Campidoglio, aperta ai solidali con le lotte al Comune

GIOVEDI' 25 giugno 2015, ORE 08.00- 11 personale area educativa scolastica e sociale
Prime 3 ore turno antimeridiano per corpo polizia locale, dalle ORE 11 ALLE 14 personale area tecnico amministrativa
di dipartimenti e municipi, strutture di staff e personale biblioteche e cultura

Roma, 21 giugno 2015

i componenti eletti alle RSU aderenti a USI a Roma Capitale, USI Unione Sindacale Italiana Intercategoriale

2241