il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Le chiavi del Vaticano

Le chiavi del Vaticano

(4 Luglio 2010) Enzo Apicella
L'inchiesta sugli appalti del G8 fa luce sulla spregiudicata gestione del patrimonio immobiliare di «Propaganda Fide»

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • E' uscito il n. 80 di "Alternativa di Classe"
    (19 Agosto 2019)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    APPUNTAMENTI
    (Stato e istituzioni)

    SITI WEB
    (Stato e istituzioni)

    Il 12-13 giugno vota

    Non si governa con la morale

    (8 Maggio 2005)

    Il parlamento ha approvato una pessima legge,che costituisce un attacco all’autodeterminazione della donna e ai diritti fondamentali della persona.
    Riteniamo,che tale legge,sia una ferita per la democrazia e per la laicità dello Stato.

    La morale non può essere l’ossatura portante di una legge ,in quanto tutto ciò che non è materiale è soggettivo e tutto ciò che è soggettivo non è collettivo.
    La società è collettività e la collettività non può essere guidata dallo strapotere di una moralità individualista,che non dà spazio a coloro che non seguono la morale dettata dal perbenismo e dalla chiesa cattolica,negando il diritto universale dell’uguaglianza nella diversità.

    Le leggi devono garantire la libertà di tutti,devono permettere ai singoli di poter decidere in modo soggettivo che strada intraprendere a seconda della situazione.

    Invitiamo il popolo ad andare a votare e a votare “SI” in nome della libertà e per una nuova società.

    VOTA:

    -SI al referendum per cancellare le norme che impediscono la ricerca scientifica sulle cellule embrionali staminali.Consente quindi la ricerca terapeutica per la cura di malattie gravi e diffuse come il Parkinson,l’Alzheimer,il diabete e il tumore;

    -SI al referendum che cancella l’obbligo,per la donna,di sottoporsi a trattamenti pericolosi per la sua salute,e per permettere il ricorso alla fecondazione assistita anche a genitori portatori di anomalie genetiche;

    -SI al referendum che cancella le norme che antepongono i diritti del concepito a quelli della madre,negando il principio di autodeterminazione della donna e l’inviolabilità del corpo femminile,riaffermando il diritto a una maternità libera,voluta e consapevole;

    -SI al referendum che cancella il divieto di fecondazione con semi o ovociti di donatori esterni alla coppia,consentendo così di avere figli anche a coppie in cui uno o entrambi i membri sono sterili.

    COLLETTIVO GIOVANILE “FUSER”
    Cittadella - PD

    Fonte

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Notizie sullo stesso argomento

    Ultime notizie del dossier «Referendum sulla procreazione assistita»

    Ultime notizie dell'autore «Collettivo Giovanile Fuser - Citadella (PD)»

    9222