il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Happy Christmas

Happy Christmas

(25 Dicembre 2010) Enzo Apicella
Marchionne l'amerikano ricatta anche a Mirafiori e ottiene la firma di Cisl e Uil

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Senza casa mai più!)

Bologna, sullo sgombero in via dei Mille

(20 Luglio 2015)

pcdicomitaliani

Due giorni fa, il 18 luglio, è stato effettuato lo sgombero dell' ex sede Inpdap e Inps di via dei Mille, occupata il giorno prima da una decina di famiglie che vivono il problema sempre più diffuso dell'emergenza abitativa.
Lo sgombero è stato effettuato all'alba da polizia e carabinieri con una urgenza francamente incomprensibile.
E’ importante mettere in chiaro due aspetti: la sede in questione era abbandonata da due anni, per cui non si comprende il motivo di un intervento così drastico verso ottanta persone, tra cui 15 minori; in secondo luogo le contraddizioni del Sindaco, che solo pochi giorni prima riattivava le forniture di acqua agli occupanti di via De Maria, mentre in questo caso parla di rispetto della legalità complimentandosi con le forze dell'ordine per la gestione dello sgombero.
Noi Comunisti crediamo ovviamente nel rispetto della legalità, ma non che la legalità sia minacciata da dieci famiglie, che in una estate torrida con temperature intorno ai 40 gradi, occupano una sede vuota per trovare una soluzione dignitosa al problema “casa”.
E’ ora che le istituzioni locali si attivino per risolvere il problema abitativo, nel rispetto della delibera comunale che prevede di utilizzare a questo scopo le aree dimesse.
E’ urgente ripartire da politiche sociali per rispondere alle esigenze di quanti sono in difficoltà, politiche di welfare di sinistra.
La casa è un diritto e come tale andrebbe garantito.
Esprimiamo la nostra piena solidarietà a tutte le famiglie, ancora oggi senza alcuna soluzione e tutto il nostro disappunto per un' Istituzione sempre più sorda e lontana dagli interessi delle fasce più deboli della nostra società.

Giuseppe Agrello – segretario PCdI, federazione di Bologna

4300