il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Sasà Bentivegna, Partigiano

Sasà Bentivegna, Partigiano

(3 Aprile 2012) Enzo Apicella
E' morto ieri a Roma Rosario Bentivegna, che nel 1944 prese parte all’azione di via Rasella contro il Battaglione delle SS Bozen.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Ora e sempre Resistenza)

Ross@ Pisa al fianco di Lucca antifascista

(21 Luglio 2015)

lucca antifascista

Ross@Pisa parteciperà al corteo antifascista indetto per Sabato 25 Luglio insieme ai movimenti lucchesi per denunciare la vile aggressione subita in una delle loro sedi.

Sappiamo bene che Lega e partiti fascisti sono da sempre servi del capitale nella loro opera di distrazione della popolazione dai suoi veri nemici. Ed infatti, anche in questo caso, l’attacco mosso dal noto nucleo cittadino di fascisti non è stato affatto casuale: è stato rivolto a tutte quelle forze antagoniste al sistema PD che rappresenta oggi il vero nemico di classe.

Strutturare un pensiero reazionario di massa, alimentando il sentimento di odio e razzismo verso chi è socialmente più sfruttato ed emarginato, è strumentale al potere in quanto impedisce di riconoscersi e di condividere la rabbia e la lotta. Precari, disoccupati, pensionati e migranti, nella lotta per le condizioni di vita, devono riconoscersi come quella classe internazionale capace di mettere in discussione il rapporto sociale di sfruttamento chiamato capitalismo.

Rimuovendo invece la discriminante ideologica di classe e dell’antifascismo non sarà possibile opporsi a quella tendenza alla guerra insita in uno scontro ormai sempre più feroce tra blocchi imperialisti.

“Non si può sapere cos’è il fascismo se non si conosce l’imperialismo”. E dunque dobbiamo prima riconoscere l’Unione Europea come blocco imperialista in fase di costruzione per sapere come il fascismo operi al suo interno e ai suoi confini.

La grave crisi umanitaria che sta generando gli imponenti flussi di migranti costretti a fuggire da questa guerra economica permanentemente in corso è la diretta conseguenza delle politiche volute dall’Unione Europea.

Essere antifascisti militanti significa per noi contrastare e denunciare politicamente tutte quelle forze reazionarie e populiste che alimentano tali processi e li sfruttano per ampliare la loro base elettorale xenofoba.

Per questo sabato prossimo saremo in piazza con LUCCA ANTIFASCISTA.

Ross@Pisa

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Ora e sempre Resistenza»

Ultime notizie dell'autore «Ross@»

3888