il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

La fatalità dominante

La fatalità dominante

(26 Novembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Di lavoro si muore)

CONTINUANO AD AUMENTARE LE MORTI DI OPERAI NEI LUOGHI DI LAVORO IN ITALIA, “GRAZIE” AL JOBS ACT DEL GOVERNO RENZI.

(22 Ottobre 2015)

Le nuove, agghiaccianti statistiche diffuse dall'ANML, in occasione della giornata delle vittime di incidenti sul lavoro, rappresentano l'indiscutibile atto di accusa contro il governo italiano che, con il suo “nuovo mercato del lavoro”, oltre a non produrre occupazione, è riuscito nell'impresa di aumentare le morti di operai nei propri luoghi di lavoro.

Il PCL sez. di Ancona, con infinita commozione e solidarietà per i tanti lavoratori che hanno perso la propria vita per un lavoro sempre più precario e realmente insostenibile, ritiene direttamente responsabile il governo Renzi di questa continua e orribile strage.

Non è una fortuita coincidenza che proprio il governo Renzi, con i suoi “organi d'informazione”, abbiano volutamente e ripetutamente calato una pesante e antidemocratica coltre di silenzio nei confronti delle tragiche morti sul lavoro.

A tale proposito, prosegue la nota del PCL sez. di Ancona, risulta sufficiente visionare le apposite statistiche ufficializzate proprio dall'ANML, per scoprire la crescita impetuosa delle morti bianche.

Nei primi otto mesi del 2015le vittime operaie sono state 752, contro le 652 del 2014, pari ad un 15% in più rispetto all'anno precedente.

Il PCL sez. di Ancona ritiene doveroso evidenziare come il jobs act del governo Renzi sia riuscito ad autorizzare i suoi “imprenditori eroi” a ridurre incredibilmente gli investimenti economici per la sicurezza e la prevenzione nei luoghi di lavoro, favorendo così, in termini diretti “questa orribile strage”.

Dulcis in fundo, conclude la nota del PCL sez. di Ancona, sempre per merito del jobs act renziano, sono in aumento vertiginoso, del 2,5%, anche le malattie professionali, tra cui le patologie tumorali (2999 denunciati), +2,7% rispetto al 2013.

Di fatto, se non si accettano queste condizioni per lavorare, la Confindustria e il suo governo Renzi, grazie alla eliminazione dello Statuto dei lavoratori, ti licenziano!

PCL sez Ancona

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Di lavoro si muore»

Ultime notizie dell'autore «Partito Comunista dei Lavoratori»

6024