il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Omsa

Omsa

(28 Luglio 2010) Enzo Apicella
Anche la Omsa di Faenza vuole delocalizzare in Serbia

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Flessibili, precari, esternalizzati)

APPALTI, BANDI E BANDI/TI ALL’UNIVERSITA’ ROMA TRE

Appalti milionari per le Coop, ancora niente TFR liquidato e nessun diritto per chi lavora…
ovvero da Mafia Capitale alla Mafia del Capitale

(21 Novembre 2015)

usiromacapitale

VOGLIAMO I NOSTRI SOLDI, VOGLIAMO I NOSTRI DIRITTI!!

Il 30 settembre 2015 la cooperativa sociale “29 Giugno” (aderente al CNS), dopo otto anni di appalto a Roma 3, ha lasciato il posto alla “nuova” società, la cooperativa sociale “Formula Sociale” (sempre aderente a CNS), un clone della 29 Giugno.

Con un accordo vergognoso tra Formula Sociale e CGIL, subito contestato dall’USI con un esposto alla DTL (Direzione Territoriale del Lavoro), la “nuova” società commissariata a seguito dell’inchiesta Mafia Capitale, ha tentato di aggirare le corrette procedure di cambio d’appalto e di gestione (previste all’articolo 37 del CCNL Cooperative Sociali), introducendo pezzi del JOBS ACT a lavoratori e lavoratrici impiegati da più di 15 anni a Roma 3, cercando di mettere il bavaglio ai sindacati non compromessi con le vecchie cooperative.
I tentativi discriminatori nei confronti dei lavoratori dei Campi Sportivi, così come dei lavoratori e delle lavoratrici che usufruiscono della L. 104/92, sono stati bloccati dalla nostra iniziativa sindacale e dagli esposti alla DTL.

D’AMORE E D’ACCORDO?

Con un accordo che definire vergognoso è sicuramente poco, la CGIL e il commissario D’Amore hanno eliminato quei pochi diritti che credevamo acquisiti. Infatti l’accordo sottoscritto, mentre lascia il vecchio Supervisore della 29 Giugno al suo posto (che ha “infilato” nell’appalto parenti ed amici), ha eliminato in un sol colpo i lavoratori precari (a tempo determinato e a chiamata) e tolto diritti e tutele ai lavoratori part-time, grazie alle norme del JOBS ACT (la così detta flessibilità) introdotte come se fossimo dei neoassunti.

E mentre l’Università Roma 3 ridà l’appalto al solito CNS (Consorzio Nazionale Servizi) veniamo a sapere che la cooperativa “29 Giugno” aderente al CNS non ha più i soldi del nostro TFR (trasferiti al fondo di tesoreria presso INPS?)… oltre al danno pure la beffa…e ancora ci si deve liquidare anche la 13° mensilità (9/12) maturata con la coop uscente.

SE QUALCUNO PENSA DI FARE “CASSA”, PURE CON I NOSTRI SOLDI (il TFR o liquidazione è tecnicamente SALARIO DIFFERITO), HA SBAGLIATO DI GROSSO… NON STAREMO IN SILENZIO E PASSIVI AD ASPETTARE ….
Per darci forza in questa battaglia: per i nostri diritti e condizioni di lavoro, per la salute e la sicurezza sul lavoro nella Terza Università, vi invitiamo ad iscrivervi all’Usi, che è sempre stata, in tutti questi anni, dalla parte di lavoratori e lavoratrici di ROMA TRE, dei diritti degli utenti, da sempre sindacato AUTORGANIZZATO, AUTOGESTITO E NON COMPLICE.

Unione sindacale italiana USI

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Flessibili, precari, esternalizzati»

Ultime notizie dell'autore «UNIONE SINDACALE ITALIANA USI»

5857