il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Il seme

Il seme

(18 Dicembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Stato e istituzioni)

SITI WEB
(Ora e sempre Resistenza)

Senza memoria non c’è futuro ma a che serve la celebrazione della memoria?

(29 Gennaio 2016)

circolo pink

Ieri, a ridosso della Giornata della Memoria, la questura ha concesso a Forza Nuova di manifestare ad Arbizzano contro l’accoglienza dei rifugiati. Un presidio tristo, 20 camerati in zona industriale con unico pubblico le forze dell’ordine, ma comunque un segnale inquietante.

Il 27 gennaio il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, noto anche per le sue prese di posizioni razziste a proposito di rom, immigrati e omosessuali (tutte categorie perseguitate dai nazisti), è andato con lo zucchetto in testa a celebrare la Memoria al Ghetto Nuovo di Venezia, mentre il delegato del suo ex collega Flavio Tosi, che negli anni ha distribuito posti di prestigio alla peggior feccia neofascista locale, distribuiva medaglie agli ex deportati in Gran Guardia. Sempre il 27, al liceo classico Scipione Maffei, i due invitati per la conferenza di rito sullo sterminio degli omosessuali, ambedue del direttivo del Circolo Pink, si sono sentiti intimare dal preside “su delibera del Consiglio di Istituto” di non parlare assolutamente di attualità e dei fili che la legano alla Memoria.

Viene spontaneo a questo punto domandarsi, alla luce anche di quanto sta avvenendo alle frontiere dell’Europa dove centinaia di migliaia di persone che fuggono da guerre e miseria vengono respinte e rinchiuse da altri chilometri di filo spinato, a cosa servono le celebrazioni della Giornata della Memoria, così come quelle della Festa della Liberazione, il 25 aprile, se i neofascisti vengono continuamente sdoganati ovunque, se una Lega razzista impedisce a proposte di legge ormai obsolete in altri Paesi europei di essere discusse e approvate dagli organi istituzionali, se le forze dell’ordine, sempre presenti in alta uniforme alle varie cerimonie, continuano a concedere le piazze ai neonazisti e a denunciare chi si oppone, se persino le associazioni deputate alla trasmissione della memoria si sono piegate a questo modus vivendi, onorandosi di avere alle loro cerimonie personaggi gravemente compromessi per le loro posizioni razziste.

Inoltre, se la memoria intesa come storia, narrazione, testimonianza, ha tra le sue peculiarità quella di essere tramandata alle giovani generazioni perché sia un punto di riferimento e uno stimolo ad agire per il meglio evitando gli orrori del passato, che senso ha non solo vietare in una scuola di parlare di attualità (e vengono in mente tempi molto bui) ma non fare mai alcun riferimento al presente, ai fatti anche cruenti che stanno accadendo in nome di quegli stessi fanatismi e di quelle stesse ossessioni che popolarono i peggiori incubi dei nostri nonni e nonne, padri e madri?

Infine, si pensa veramente che questi ragazzi e ragazze, che vivono con lo smartphone in mano e sono collegati in rete a tutto il mondo, continuino a trovare appassionante il solo racconto, la testimonianza (ormai pochissime dal vero), la narrazione, senza nessuna connessione con la realtà odierna, con ciò che vedono e sentono tutti i giorni, le mille violente notizie da cui sono bombardati?

In quanto scritto non vi è nessuna particolare velleità critica, vuole essere soltanto una riflessione sullo svuotamento di tutte queste cerimonie e celebrazioni, anche perché ne vanno di soldi pubblici …. anche con le amministrazioni di destra che si sono accodate per amore o per forza a questo tipo di eventi, svilendo ancora di più il significato della memoria come passaggio di testimone per l’azione sul presente.

Circolo Pink
Rifondazione comunista - Federazione di Verona
Collettivo Anguane
TransFormazione
Osservatorio Antirazzista Veronese

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Ora e sempre Resistenza»

Ultime notizie dell'autore «circolo Pink - Verona»

11379