il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Combattente per la libertà

Combattente per la libertà

(13 Ottobre 2010) Enzo Apicella
Il Nobel per la Pace al dissidente cinese Liu Xiaobo. In Palestina arrestato Mufid Mansour, di 8 anni, dopo essere stato investito dall'auto di un colono

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Pase basco: Denuncia dell'incarcerazione di Arnaldo Otegi

Batasuna addebita la responsabilità a Zapatero

(29 Maggio 2005)

La Mesa Nacional di BATASUNA (Esecutivo nazionale) in una conferenza pubblica e collettiva, realizzata questa mattina, 26 maggio 2005, ha addebitato direttamente al PSOE ed al Presidente del Governo spagnolo, José Luis Rodríguez Zapatero, la responsabilità dell'incarcerazione, avvenuta ieri, del suo massimo dirigente e portavoce nazionale Arnaldo Otegi, accusato dal Tribunale Speciale Antiterrorista denominato Audiencia Nacional di "appartenenza a ETA", e della richiesta di una cauzione enorme (400.000 Euro) in cambio della sua libertà provvisoria.

BATASUNA ha manifestato che l'incarcerazione di Arnaldo Otegi costituisce un atto gravissimo nel contesto politico eccezionale che vive Euskal Herria (Paese Basco, N.d.T.), dove negli ultimi mesi si è generalizzato un clima sociale e politico favorevole alla risoluzione politica del conflitto basco.

La Mesa Nacional di BATASUNA ha ricordato che Arnaldo Otegi è, inoltre, il principale interlocutore per conto di Batasuna e che negli ultimi mesi ha avuto numerosissime riunioni e contatti con organismi sociali, sindacali e politici, a sostegno di un processo di pace e di normalizzazione politica in Euskal Herria.

Per BATASUNA, l'incarcerazione del principale interlocutore di una delle parti del conflitto, discredita totalmente il discorso che, nelle ultime settimane, ha portato avanti il Presidente del Governo spagnolo, José Luis Rodriguez Zapatero, rispetto alla sua volontà politica di aprire vie di dialogo e di accordo. A questa incarcerazione andrebbero aggiunte altre, registrate in territorio spagnolo e francese in questi ultimi mesi, come anche il mantenimento della dispersione delle prigioniere e dei prigionieri politici baschi e dell'illegalizzazione di BATASUNA e di altre organizzazioni sociali.

Un attacco al sentimento maggioritaio in Euskal Herria

Inoltre, tutta la società basca, indipendentemente dalla famiglia politica di appartenenza di ciascuno, riconosce in Arnaldo Otegi la figura politica essenziale per potere stabilire, in Euskal Herria, un processo p0olitico io cui obiettivo condiviso è la pace e la normalizzazione politca; pertanto, BATASUNA ritiene che la sua incarcerazione sia un attacco diretto al sentimento maggioritario della società basca.

La Mesa Nacional di BATASUNA ritiene che, di fronte a tutto ciò, sia necessario blindare il futuro del processo di risoluzione politica del conflitto attraverso l'attivazione politica del rifiuto di questa misura ed attraverso la mobilitazione sociale delle cittadine e dei cittadini baschi. Per questo, ha indetto per i prossimi giorni mobilitazioni di fronte alle sedi del PSOE in tutto il Paese Basco e ha fatto un appello speciale per la partecipazione alla manifestazione nazionale che si svolgerà il 4 giugno prossimo a Bilbao, a sostegno della soluzione politica del conflitto basco.

Scelta ferma a sostegno del processo e richiesta di solidarietà

Infine, la Mesa Nacional di Batasuna ha indicato che niente e nessuno otterrà che la Sinistra Indipendentista basca si scosti di un millimetro dalla sua via e tantomeno incarcerazioni della Audiencia Nacional, che manca di qualunque credibilità democratica in Euskal Herria.

BATASUNA ribadisce che l'Alternativa per la Risoluzione Democratica del Conflitto Basco diffusa lo scorso 14 novembre nella manifestazione al velodromo di Anoeta, a San Sebastian, denominata "Orain Herria, Orain Bakea" ("Ora il Popolo, Ora la Pace"), resta valida.

Per tutto ciò, BATASUNA fa appello alla Comunità Internazionale, alle formazioni politiche ed a tutte le personalità che hanno scelto ed appoggiato la risoluzione politica del conflitto basco, affinché manifestino il loro rifiuto dell'incarcerazione di Arnaldo Otegi e sostengano un processo di pace e di normalizzazione politica in Euskal Herria, realizzando iniziative pubbliche in tal senso.

26 maggio 2005

Joseba Alvarez
Membro della Mesa Nacional di BATASUNA
Responsabile dell'Area Internazionale.
alvarezforcada@hotmail.com

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Euskadi»

Ultime notizie dell'autore «Joseba Alvarez - parlamentare di Sozialista Abertzaleak nel Parlamento della Comunità Autonoma Basca»

12761